Unione dei Comuni della Versilia: incontro con il Comune di Viareggio

0

SERAVEZZA – Stamani, presso la sede dell’UC Versilia, a Seravezza, il Presidente dell’Unione, Alessandro Del Dotto, ha incontrato l’Assessore Pesci, del Comune di Viareggio. Quest’ultimo ha comunicato la volontà della propria amministrazione di aderire all’UC Versilia.

Il Presidente ha spiegato che l’iter di ingresso di Viareggio sarà il seguente:

1) stesura della bozza di nuovo Statuto da parte di apposita commissione consiliare del Consiglio dell’Unione, che dovrebbe nascere e iniziare a lavorare a partire dal Consiglio previsto per il 21 gennaio 2016, anche e soprattutto per l’aggiornamento della normativa locale alla luce delle evoluzioni più recenti sulla normativa delle Unioni;

2) approvazione di proposta di statuto da parte della Giunta dell’UC Versilia, che la trasmetterà al Comune di Viareggio entro il 31 marzo e, comunque, compatibilmente con i lavori della Commissione;

3) approvazione – a maggioranza di due terzi – dello Statuto da parte del Comune di Viareggio;

4) invio della delibera del Comune di Viareggio all’UC Versilia;

5) approvazione dello Statuto da parte del Consiglio dell’Unione;

6) pubblicazione della delibera dell’UC Versilia all’Albo Pretorio e entrata in vigore dopo 15 giorni.

L’Amministrazione di Viareggio concorderà con l’UC Versilia quali funzioni cederà all’Unione, oltre a quelle fondamentali previste dalla l.r.t. n. 68/2011: tali funzioni entreranno a far parte dello Statuto. Il Presidente proporrà al Consiglio dell’Unione che alla Commissione Statutaria dell’Unione sia riservata la possibilità di presenziare a due componenti del Consiglio Comunale di Viareggio, fermo restando che non avranno diritto di parola o di voto in quanto non ancora componenti dell’unione.

«Un primo incontro – commenta l’assessore Pesci – che arriva dopo oltre due mesi dalla mozione con la quale il Consiglio dava mandato alla Giunta di predisporre l’iter per l’ingresso di Viareggio nell’Unione dei Comuni».

«Con la dismissione delle Province – continua l’assessore -, l’Unione dei Comuni diventa il centro intermedio di cooperazione tra gli Enti, sia per la gestione di funzioni che per l’erogazione di servizi: è prioritario confrontarsi con progetti condivisi. Viareggio si mette a disposizione con uno spirito propositivo, nonostante abbia i numeri per rimanere Comune indipendente».

«Siamo consapevoli sia della burocrazia necessaria che della rigidità di alcune posizioni che richiederanno tempo e costanza».

«Ma Viareggio non si spaventa. Il Comune è fortemente intenzionato, ben oltre la sua attuale maggioranza di governo, a far parte dell’Unione dei Comuni della Versilia ed oggi, con questo primo incontro, abbiamo iniziato a rendere concreto un percorso».

«Progetto che, lo ricordiamo è strategico per entrambe le parti e che avrà importanti conseguenze. Le caratteristiche di Viareggio peseranno sia nella gestione delle funzioni associate, che nel ruolo di traino del brand Versilia che la città storicamente ha sempre avuto».

«Insieme agli altri Comuni, decideremo quali saranno le funzioni e le attività dell’UC Versilia, oltre a quelle fondamentali previste dalla l.r.t. n. 68/2011: penso al coordinamento dei grandi servizi a rete (acquedotto, rifiuti, gas, trasporti pubblici…), riqualificazione dei servizi alla persona e le funzioni amministrative.

«Siamo pronti per intraprendere questo viaggio – conclude l’assessore Pesci – ci siamo dati dei punti fermi e, compatibilmente con i tempi delle Amministrazioni, entro la tarda primavera 2016 l’UC della Versilia vedrà appartenervi anche Viareggio».

No comments

*