Vannucchi e’ una brava persona ma ricopre il suo ruolo in modo imbarazzante”

0

Il presidente del consiglio comunale di Viareggio, Giuseppe Vannucchi, è una brava persona. Ma, nella veste istituzionale che ha deciso di ricoprire, si trova davvero in grande difficoltà ed annaspa ogni giorno di più facendo un errore dietro l’altro.  A pensarlo e’ il consigliere del “Movimento cittadini per Viareggio e per Torre del Lago”, Massimiliano Baldini.

“Già sappiamo che la maggioranza del consiglio comunale, 13 consiglieri su 25, preferirono uscire dall’aula piuttosto che votarlo e che, nonostante questo, il “bravo ed obbediente Vannucchi chinò ugualmente la testa usurpando un ruolo che così palesemente non gli era stato riconosciuto dal consesso consiliare cittadino”, aggiunge Baldini.

Tale “peccato originale”,lo ha reso, per il consigliere di opposizione, politicamente debolissimo e costretto in una ridotta marginale che va poco al di là della direzione del traffico consiliare, anche se lautamente pagata come sussurrano alcuni suoi alleati con lingua malevola.
“Lo si nota – aggiunge Baldini – tutte le volte che c’è da decidere quando fissare il consiglio comunale e cosa mettervi all’ordine del giorno. Prima decide una data, poi cambia idea, poi magari si rimane fermi senza più saperne nulla.
L’abbiamo visto con il regolamento per gli intrattenimenti musicali, dove prima fu teutonicamente inflessibile e poi, messo in difficoltà e tradito dal suo assessore di riferimento, è stato costretto a fare marcia indietro, per poi non saperne più nulla di nulla”.
Lo abbiamo visto, anche negli scorsi giorni, con il consiglio comunale aperto sulle “antenne” quando prima, ” ha fatto di tutto per non farlo e poi, costretto dalla legge a tenerlo, lo ha organizzato male, senza concordarne le modalità in conferenza capigruppo e finendo per essere bacchettato dallo stesso vice-Sindaco davanti a tutti in consiglio comunale perchè aveva permesso il dibattito”.
Stamani ne ha combinata un’altra. ” Con un sussulto di orgoglio – continua il consigliere della lista civica – ha deciso di fare di testa sua e senza avvertire i capigruppo , almeno non il sottoscritto, ha convocato la riunione per lunedì 9 giugno alle 12. Non si è accorto, o nessuno dei suoi presidenti lo ha informato, che vi erano già fissate la commissione ambiente alle 9 e la commissione commercio alle 10“.
Insomma chi lavora lunedì deve chiedere le ferie se vuole mantenere fede al suo impegno di consigliere comunale :
” Però poi – conclude Baldini – per quanto lo riguarda almeno, si concede tempi ben più lunghi per adempiere ai propri doveri:
il 7 maggio scorso presentai  un’ interrogazione rivolta a lui con la quale, dopo aver evidenziato la crisi istituzionale del consiglio comunale, chiedendo al Presidente quali rimedi e determinazioni intendeva assumere a tutela della dignità del consiglio. Malgrado sia trascorso il limite massimo di trenta giorni nel quale rispondere, il bravo Vannucchi si è guardato bene dal rispondermi, confermando che del rispetto del Consiglio gli interessa assai poco.
Giuseppe Vannucchi è una brava persona e che, visto il modo imbarazzante con il quale svolge il suo ruolo, non merita di farsi dire dietro  che continua a stare lì per lo stipendio. Non lo merita proprio.”

No comments

*

Polpette avvelenate, allarme a Lucca

LUCCA – Polpette avvelenate a Mugnano e Sorbano del Giudice. L’allarme arriva da Christian Simonelli, presidente del Comitato di Mugnano: “Vorrei porre l’attenzione  i casi ...