Verande in Passeggiata, Santini: “E’ tutto nella delibera di Lunardini

0
VIAREGGIO – “I commercianti della Passeggiata chiedono al Comune di inserire anche un’opzione “verande chiuse da vetri”, per gli spazi esterni ai locali, come a suo tempo la giunta di centrodestra del sindaco Luca Lunardini aveva fatto nella delibera 320 del 2012, con l’approvazione della Sovrintendenza: questo atto, quindi, che mi risulta ancora in vigore, sarebbe un’ottima base per riprendere la discussione sul tema e giungere a una rapida conclusione”. La nota stampa che pubblichiamo integralmente è a firma del consigliere di Forza Italia Alessandro Santini: ” Basta aggiornarlo. A differenza di quanto accadeva 3 anni fa, quando l’assessore Roberto Bucciarelli incontrava le categorie insieme al Sovrintendente Glauco Borella, confronto durato diversi mesi, oggi non ci sono più i vincoli del Piano della Passeggiata, scaduto nel 2014, quindi la profondità delle verande può essere incrementata rispetto alla misura (sotto i 5 metri) fissata nella delibera. Dove, oltretutto, ci sono le stesse indicazioni su colori, materiali e arredi che ora l’amministrazione intende sottoporre al voto del consiglio comunale, riferendole però alla sola opzione ombrelloni + sedie. E’ stata la giunta Betti a cancellare la scelta dei dehors chiusi e obbligare tutti i locali a quest’ultima soluzione, ignorando quanto sia di vitale importanza, per chi non ha spazi interni a sufficienza, poterne allestire anche all’esterno. La Passeggiata deve avere un aspetto all’altezza del suo nome, in fatto di decoro urbano, ma gli imprenditori devono poter lavorare al meglio e chi può investire in soluzioni più costose – come sono i dehors a vetri, rispetto agli ombrelloni – deve poterlo fare. Oltretutto, come ben rilevano i commercianti nelle loro proposte, ne andrebbe anche a vantaggio delle casse comunali per le tariffe Cosap: perché quindi escludere questa opzione, se non per scelta politica?
Sostengo pienamente le richieste degli esercenti, invito il sindaco Del Ghingaro a riprendere in mano la delibera approvata nel 2012 dalla giunta Lunardini e riportarla al tavolo di confronto con le categorie per gli opportuni aggiornamenti”.

No comments

*