Viabilità alternativa a Camaiore, la replica del Comune

0

CAMAIORE – Sulla questione viabilità alternativa di uscita a Camaiore sono intervenuti l’Assessore all’Urbanistica Simone Leo e l’Assessore ai Lavori Pubblici Marcello Pierucci:

“Bertola continua a raccontare la sua versione, mentre negli atti vi è un’unica verità: in dieci anni di Amministrazione non è stato capace di combinare un bel niente se non di spendere 150.000,00 € per il progetto preliminare di un’opera irrealizzabile con un impatto ambientale devastante.

Ci racconta che era ormai pronto per la gara, ma non esisteva neppure la previsione urbanistica di quell’opera. Aveva ricevuto un finanziamento di un milione di euro dal Ministero, speso in parte per la progettazione, a fronte di un costo stimato di sei. Che spieghi alla città come avrebbe potuto aprirla quella gara senza avere la necessaria copertura finanziaria e senza una Variante al Regolamento Urbanistico, condizione necessaria per stanziare anche un solo euro. La realtà è che Bertola si butta su ogni tema di cui la città discute, facendo le solite promesse elettorali che ha già puntualmente disatteso nei suoi due mandati. Quel milione di euro peraltro il Ministero lo rivoleva indietro dopo che a cinque anni di distanza dall’erogazione del finanziamento non era ancora stato fatto un bel niente: fortunatamente quei soldi si sono tradotti nella rotatoria tra Italica e Provinciale, opera utilissima portata a casa dall’Amministrazione Del Dotto.

Sicuramente la viabilità alternativa alla Provinciale è un tema importante, ma che va affrontato con massima serietà. Senza ricorrere alle sparate bertoliane, l’Amministrazione attuale ha già fatto più del suo predecessore ovvero inserire nel Nuovo Piano Strutturale la previsione di un tracciato che passerà sul lato Incaba, un’idea che andrà poi tradotta nel futuro Piano Operativo. La partita quindi si sposterà sulla stesura di un progetto che sappia risolvere il problema di viabilità, ma che sia al contempo sostenibile dal punto di vista economico e ambientale. La città non ha bisogno delle solite favole, ma di opere realizzabili.”

No comments

*

Giumar, si recupera il relitto

VIAREGGIO – Partite come da programma alle prime luci dell’alba le operazioni di recupero del Giumar. La draga Alfredo  si è ormeggiata sul punto e ...