Viaggio nell’ecatombe, Enel al lavoro per riallacciare le linee

0

PIETRASANTA – Enel al lavoro, tra mille difficoltà, per riallacciare l’energia elettrica nelle abitazioni delle frazioni collinari e di Marina di Pietrasanta. I cavi sono stati divelti dalla furia del vento,  e strappati dal peso dei tronchi abbattutisi Il sindaco Domenico Lombardi, accompagnato dal comandante della Polizia Munipale, maggiore Giovanni Fiori, ha passato al setaccio le zone rosse, dove i mezzi dei Vigili del Fuoco sono ancora in azione per sgomberare le strade, ancora ostruite dai tronchi di alberi caduti al suolo, per una mappatura delle priorità. I danni sia alla viabilità che alle abitazioni sono milionari ma la macchina dei soccorsi corre contro il tempo per tornare alla normalità.

Centro operativo emergenza PietrasantaProseguono i lavori di Enel e Comune – fa sapere il primo cittadino – e il ripristino della corrente e della viabilità in tutto il Comune. Dopo la richiesta pressante del sindaco Lombardi di un maggior impegno di uomini e mezzi, la società di distribuzione elettrica ha messo in campo squadre interne ed esterne per circa 50 uomini impegnati. Inoltre, un tecnico responsabile di ENEL è stato dislocato presso la sede comunale della Protezione Civile per lavorare in coordinamento con Vigili del Fuoco, presente lo stesso comandante provinciale ingegner Tusa, e Comune. Nella giornata di ieri sono state risolte molte situazioni a Montiscendi bassa, pianura di Strettoia, Castello, Capriglia, Traversagna,Andreotti /Pisanica. Rimangono però circa mille utenze scollegate a Marina, dove sono al lavoro diverse squadre, Montiscendi sopra la ferrovia (due squadre), Strettoia, dove due squadre stanno lavorando sulla media tensione e passeranno alle linee di distribuzione collinare, via Spirito Santo, Entro oggi Enel dovrebbe risolvere definitivamente la situazione a Vitoio e Solaio. Rimangono problemi sulle parti basse di Capriglia e Capezzano, nella zona del Vecchiuccio ed altre ancora dove permangono piante sui cavi che bloccano l’erogazione. Per quanto riguarda la situazione delle strade, le ditte incaricate dal Comune e le squadre di volontari stanno andando avanti nel lavoro di rimozione a  Marina, dove centinaia di pini di grandi dimensioni bloccano ancora la viabilità. E’ stata al momento liberata gran parte della zona di Fiumetto, e si procede anche tenendo conto della situazioni di emergenza dovute a perdite di acqua, di metano o alla presenza di cavi elettrici. A breve Enel interverrà per liberare la strada di Capezzano Monte da un cavo che blocca il transito. Il Vicesindaco Pietro Lazzerini invita i cittadini che abbiano problemi di disagi abitativi gravi in conseguenza della calamità di giovedi scorso, a rivolgersi alla Sala Operativa (tel 0584 795288/ 2839) , che è in costante contatto con il personale dell’Ufficio Casa. Sono preallartate le strutture convenzionate con il Comune per offire ospitalità temporanea. E mentre la popolazione è esasperata, viene segnalato anche un problema di caro giardinieri: 4mila gli euro richiesti a una famiglia fiorentina con seconda casa a Motrone per togliere 3 pini crollati nel giardino.

Il sindaco di Forte dei Marmi, Umberto Buratti, ha firmato l’ordinanza per prorogare la chiusura, anche per luned 9 e marted 10 marzo, di alcune scuole dopo la tempesta di vento che ha colpito la città. Resteranno chiuse nei prossimi due giorni la primaria Carducci, la scuola dell’infanzia Giorgini, l’istituto comprensivo Canossiane e liceo scientifico Michelangelo. “Sussistono ancora alcune criticità – ha dichiarato l’assessore alla pubblica istruzione Rachele Nardini – che ci impongono di prorogare la chiusura di queste scuole”. Per Giorgini e Canossiane i problemi, spiega una nota, sono di natura strutturale mentre per il liceo e la Carducci le difficoltà derivano dalla viabilità ancora bloccata.
Anche a Sansepolcro, in provincia di Arezzo, resterà chiusa nella giornata di domani la scuola media ‘Luca Pacioli’, mentre gli studenti di tutte le altre scuole rientreranno in classe domani mattina.

La Nazionale italiana di ciclismo, con il ct Davide Cassani in testa e che in questi giorni si trova in ritiro a Lido di Camaiore, stamattina è stata in visita a Camaiore. Gli azzurri hanno voluto portare un saluto e un messaggio di solidarietà al sindaco Alessandro Del Dotto e agli amministratori, raggiungendo i luoghi colpiti dal fortunale che ha messo in ginocchio tutta la Versilia. Un gesto che è stato apprezzato anche dai tanti appassionati di ciclismo residenti in Versilia, a pochi giorni dalla partenza della Tirreno-Adriatico che vedrà Camaiore ospitare le prime due tappe mercoledì 11 e giovedì 12 marzo.

Dopo il vento di burrasca dei giorni scorsi, sono stati chiusi i sentieri di montagna in Alta Versilia. Il sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, ha stabilito con un’ordinanza la chiusura di tutti i sentieri di montagna segnalati e non segnalati per tutto il tempo strettamente necessario per il ripristino delle condizioni di sicurezza.

A livello regionale le situazioni di guasto sulle linee di media tensione (quelle che alimentano le cabine di trasformazione da cui escono i cavi di bassa tensione che arrivano nelle abitazioni) danneggiate nei giorni scorsi dalla tempesta di vento in Toscana sono comunque in via di risoluzione. Lo dice Enel spiegando che sono invece in corso, o programmati, 1.538 interventi sulle singole linee di bassa tensione, che corrispondono a circa 2/3000 persone ancora senza energia elettrica.

Nel pomeriggio di oggi il Centro Coordinamento Soccorsi si è invece riunito in Garfagnana, presso il Centro Intercomunale di Protezione Civile di Pieve Fosciana. Presenti all’incontro, presieduto dal Prefetto Giovanna Cagliostro, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine ed i rappresentanti di Enel. I Sindaci ed i rappresentanti delle Unioni dei Comuni della Garfagnana e della Media Valle hanno aggiornato l’elenco degli interventi prioritari che sono stati puntualmente registrati dai rappresentanti di Enel. Inoltre hanno colto l’occasione per evidenziare ancora una volta la peculiarità di un territorio che, in situazioni di emergenza rischia l’isolamento segnalando la necessità di interventi sulla viabilità principale oltre che sulla strada ferrata. Il Prefetto ha ribadito come tale aspetto sia stato oggetto di confronto nel corso della riunione in Prefettura dello scorso 6 marzo alla presenza del Sottosegretario Domenico Manzione, il quale ha manifestato l’impegno a rappresentare nelle sedi competenti la problematica della messa in sicurezza della Strada Statale del Brennero. Peraltro da diverso tempo si riunisce un Tavolo in Prefettura, a seguito del quale sono stati già ottenuti i primi finanziamenti. Nella circostanza l’Enel ha reso noto che allo stato attuale tutte le cabine di trasformazione dei Comuni della Garfagnana e Mediavalle sono state rialimentate, mediante riparazione della rete o installazione di Gruppi elettrogeni. Sul territorio citato risultano installati 18 Gruppi Elettrogeni.
Permangono alcune situazioni di criticità, prevalentemente localizzate nei comuni della Media Valle, relative alle linee di bassa tensione. Il personale di Enel Distribuzione mantiene un continuo contatto con la Prefettura e la Provincia e con i rappresentanti dei Comuni, con i quali vengono concordate le priorità degli interventi e vengono stabiliti i relativi programmi di attività.

( foto di Letizia Tassinari )

No comments

*