Viareggio a rischio commissario prefettizio: sarebbe il secondo in due anni

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – A questo punto, il rischio commissariamento è reale. E sarebbe il secondo in due anni, per il Comune di Viareggio.Una “iattura”, come amava dire il compianto senatore Milziade Caprili.  Ma Sel si e’ chiamata fuori dalla maggioranza che dovrebbe sostenere il dimissionario sindaco Leonardo Betti ( leggi anche: Traina: “Sel era e resta all’opposizione”) , alla prese con la formazione di una nuova giunta dopo la dichiarazione del dissesto finanziario dell’amministrazione ( leggi anche:TGregione.it – E’ dissesto… la delibera approvata con 15… ). E proprio la decisione di Sel ha spinto Pd,  come la Federazione della sinistra e la Lista Viva Viareggio Viva a chiedere al primo cittadino di ritirare le dimissioni ( leggi anche: Il Pd al Sindaco: “Ritira le dimissioni”).
A invitare Sel al ripensamento è il senatore del Pd Andra Marcucci: “Eviti una responsabilita’ pesantissima”. Ma dall’assemblea dei due circoli di Sinistra ecologia e libertà, tenutasi ieri sera,( leggi anche:Sel incontra il Sindaco: “Le risposte non sono state soddisfacenti” )  la conferma a non voler rientrare è netta. Da quanto comunicato, oggi, da Forza Italia e Movimento Cittadini di Viareggio la linea delle dimissioni pare scontata, e se si contano i due consiglieri dissidenti del Pd, Sandra Mei e David Zappelli, a dare forfait sarebbero in 13. Numero, questo, tale da far decadere il Consiglio Comunale, come successo con Lunardini. La richiesta al sindaco Betti, da parte di Pd, Fds e Viva Viareggio Viva è di ritirare le dimissioni date durante l’ultima assise, per aprire una nuova fase politica. Se cade l’amministrazione, infatti, oltre ai tre commissari ministeriali da Roma, previsti per il dissesto, arriverebbe anche il commissario prefettizio.  “Mi auguro che Sel ci ripensi, ci sono tutte le condizioni per assicurare a Viareggio una amministrazione in netta discontinuita’ con il passato – ha affermato l’ex sindaco Marco  Marcucci. Ma il malcontento si taglia a fette, e non solo per l’ultima decisione del primo cittadino, quella del passaggio di alcune sezioni delle scuole comunali dell’infanzia allo Stato, per cui sabato alle 10 è pure previsto un presidio davanti al municipio, promosso dal gruppo ‘Viareggio unita per il diritto all’istruzione’. I settori del Sociale, il Carnevale e lo Sport sono al collasso. E che Betti cada, e arrivino quattro commissari, pare scontato.

No comments

*