Viareggio Porto, Betti a Santini: “La tua giunta non fece nulla”

0

VIAREGGIO “Mi domando se Santini quando scrive un comunicato stampa abbia un minimo di contezza sulle questioni che va a trattare o se lo faccia soltanto per apparire sul giornale”. L’ex sindaco avvocato Leonardo Betti replica al candidato sindaco di Forza Italia in merito alla sua uscita sulla Viareggio Porto di due giorni fa, argomento sul quale è intervenuto anche il Commissario Prefettizio Valerio Massimo Romeo: Infatti, Santini scrive: “Sul bilancio gravano 10 milioni da dare a Ferragamo; Quei soldi erano stati promessi dalla giunta Betti a Ferragamo; La prossima giunta dovrà dipanare questo macigno ereditato dalla giunta commissariata”. Detta frase che, per fargli un complimento, prima facie, potrebbe apparire come un sillogismo aristotelico, di fatto è una delle molteplici menzogne populiste, cui l’ex consigliere comunale ha abituato i lettori delle testate giornalistiche locali. In ogni caso, voglio prendere in positivo le sue affermazioni virgolettare e pensare che quando parla di “giunta commissariata” si riferisca a quella di centro destra di cui lo stesso consigliere (Santini) ne faceva parte. Infatti, come noto, la questione legata alla Viareggio Porto nasce da una sentenza del Consiglio di Stato del 2009. Nonostante la notifica del suddetto atto, l’amministrazione di allora, di cui lo stesso Alessandro Santini ne faceva parte, non fece alcunché. Soltanto dopo il commissariamento della sua Amministrazione, l’allora Commissario Domenico Mannino, stante la preoccupante inedia pregressa, si attivò per cercare di trovare con Ferragamo una soluzione transattiva che ponesse rimedio al rischio di un’azione contro il Comune di Viareggio per oltre 24 milioni di euro. Con la delibera del commissario Mannino, peraltro inviata alla Corte del conti – presumibilmente per evitare una propria responsabilità alla luce della (troppo lunga) mancata attuazione del giudicato (dal 2009!), come peraltro evidenziato anche nella relazione del M.E.F., la predetta Amministrazione commissariale otteneva con una transazione con determinate condizioni di pagamento da parte del Comune. Come noto, con la mia Amministrazione dette condizioni sono state notevolmente migliorate, come risulta non soltanto dalla relazione dell’allora Ragioniere Capo ma anche da quella dell’Ufficio Legale del Comune, peraltro riuscendo ad ottenere anche una rinuncia da controparte sull’obbligo di effettuazione di una nuova gara a due, come statuito nella sentenza del Consiglio di Stato che di fatto annullava la gara impugnata dal momento dell’apertura delle buste. Naturalmente anche noi inviammo la delibera (migliorata) alla Corte dei Conti, anche onde evitare di incorrere in quelle responsabilità che – con molta probabilità – investiranno qualcuno ed iniziammo ad intraprendere un dialogo anche con l’ATI del Gruppo Teseco, al fine di ottenere una loro rinuncia per l’espletamento della gara a due, che riuscimmo ad ottenere (come risulta da una lettera protocollata e quindi agli atti del Comune di Viareggio). A quel punto, andava sistemata la questione (mai affrontata) relativa ai milioni da restituire a Ferragamo: cosa che facemmo con l’approvazione del bilancio consuntivo 2013 in cui abbiamo accertato oltre 53 milioni di disavanzo: somme tutte derivanti da Amministrazioni precedenti alla mia!
Poi, qualcuno decise di “staccare la spina” ed arrivò il commissario prefettizio Romeo; il resto è storia contemporanea. Questo per dimostrarle cosa? che la mia Amministrazione in 16 mesi, nonostante i fortissimi veti incrociati e l’ostruzionismo sia esterno che interno, ha affrontato problemi irrisolti da anni e che invece altre amministrazioni, in 48 mesi, non hanno saputo o voluto affrontarli; anzi, hanno fatto incancrenire le problematiche portando, inevitabilmente, alla dichiarazione di dissesto del Comune di VIareggio. Quindi, sui prossimi “teatrini mediatici” che intenderà affrontare, la invito a prepararsi un minimo sulle questioni che va ad affrontare.
Tengo a precisare che la presente replica viene fornita per dare una corretta informazione alla cittadinanza e che non intendo iniziare un “botta e risposta” cui qualcuno ambisce con l’unico intento di ricevere un pò di visibilità. Buona campagna elettorale a tutti.”

No comments

*