Viareggio Porto S.p.A.: cosa fare

0

VIAREGGIO –  Il M5S di Viareggio intende esprimere con forza la propria posizione in merito alle vicende apparse qualche giorno fa sui giornali locali, relative alla Viareggio Porto e ai procedimenti penali inerenti l’ex presidente Alessandro Volpe e l’attuale direttore Pietro Romani.
“Stante il rispetto dei termini e delle fasi processuali e non condannando già chi al momento risulta solo indagato – si legge nella nota – vogliamo sottolineare la necessità che chi risulta coinvolto in un tale procedimento, che mina profondamente il rapporto fiduciario con la società per cui opera, sia immediatamente sospeso o meglio decida di autosospendersi dall’incarico e dal servizio, in attesa degli sviluppi processuali.
Non si può accettare che il Direttore di una di quelle che dovrebbero essere le società immagine per il rilancio della città sia sotto accusa per reati che mettono in dubbio una trasparente, corretta e funzionale gestione della cosa pubblica. Soprattutto in considerazione del fatto che la situazione della gestione della Viareggio Porto è specchio di una città abbandonata alla trascuratezza, all’incuria, alla mancata realizzazione anche di quelle piccole opere infrastrutturali e di carattere migliorativo che rappresenterebbero il minimo per il bene di Viareggio. Il tutto senza considerare che da ormai 2 mesi gli stipendi dei dipendenti della Viareggio Porto o non vengono integralmente versati o sono del tutto insoluti, a testimonianza del fatto che la logica del “paga sempre il non colpevole” ha avuto anche in questo caso la sua triste conferma. Ci aspettiamo dunque che il Commissario Valerio Massimo Romeo proceda quanto prima alla nomina del liquidatore della società messa in liquidazione dall’ultima gestione senza un minimo piano finanziario e strutturale e abbandonata a se stessa come una barca alla deriva con motore funzionante e vele pronte a gonfiarsi. Questo anche per fornire risposte certe e procedere con il pagamento degli stipendi dovuti ai lavoratori della società. Allo stesso modo ci aspettiamo la sospensione dall’incarico del sig. Romani, in attesa che venga svolto il processo a suo carico, perché non ci devono essere dubbi sul fatto che la Viareggio Porto è gestita a tutti livelli secondo legge e assoluta correttezza. Il rilancio della città passa anche dal porto, da una gestione trasparente e funzionale alla sua riqualificazione e al suo sviluppo”.

No comments

*