Viareggio ricorda la Liberazione, Romeo: “Vengo da una famiglia antifascista”

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) –  Celebrazione, e momento di riflessione, questa mattina a Viareggio per ricordare il 70mo anniversario della Liberazione. Il ritrovo davanti al Comune, poi tutti in corteo fino a piazza delle Paure, per depositare una corona al Monumento dei Caduti, e da li, ancora a piedi, a Largo Risorgimento dove è stata depositata una seconda corona al  Monumento alla Resistenza e alla Pace.

1451365_1667703606795038_5878330664132421174_nMolto sentita, e sofferta, la testimonianza di Valerio Massimo Romeo, il commissario straordinario, che, a braccetto con il partigiano Fortunato Menichetti, ha cantato, oltre all’inno nazionale, Bella Ciao. Una canzone non solo comunista, ma di libertà.

foto umicini“Vengo da una famiglia anti fascista – ha detto il commissario -, mio nonno, con 5 figli, perse anche il lavoro e ho ancora in mente i suoi racconti di quando ero bambino. Mia madre Linda, ancora viva e 84enne, ha sofferto la fame. Fu un periodo bruttissimo, con i fratelli dovette rifugiarsi a Ligurno, al confine con la Svizzera.  Questa data è importante, e deve riportare alla memoria i momenti che segnarono, dopo anni di dolore e distruzione, la fine della guerra e del fascismo e la conquista della libertà del nostro Paese”. Valori importanti, quelli del 25 aprile, scaturiti dalla Resistenza e che, come ricordato da Romeo, sono alla base della Repubblica e della Costituzione. Presenti alla commemorazione, oltre al presidente del Consiglio Provinciale Andrea Palestini, la presidente della sezione Anpi di Viareggio Mimma Bondioli, la vedova del compianto senatore Milziade Caprili, le autorità militari e solo 5 degli 8 candidati sindaco, Filippo Antonini, Massimiliano Baldini, Rodolfo Martineli, Luca Poletti e Giulio Zanni. Assenti Del Ghingaro, Giorgetti e Santini.

Una corona d’alloro è stata poi depositata anche ai piedi del Monumento ai Caduti in Piazza della Pace in Torre del Lago Puccini.

( foto di Letizia Tassinari e Aldo Umicini )

 

No comments

*