Vigili Urbani e selezione per il nuovo comandante, Santini scrive all’Anac

0

VIAREGGIO – Selezione del nuovo Comandante della Polizia Municipale: il coordinatore di Forza Italia scrive all’Anac.

“Ho chiesto un chiarimento urgente all’ Autorità Nazionale Anticorruzione – spiega -, su alcuni aspetti che poco mi convincono relativamente alla correttezza formale e sostanziale della procedura seguita”.

Questo il testo del documento:

Il sottoscritto Alessandro Santini, nella sua qualità di Consigliere Comunale del Comune di Viareggio (LU), segnala quanto segue.
Con deliberazione della Giunta Comunale n. 131 del 28.04.2017 è stata approvata dal Comune di Viareggio la programmazione del fabbisogno di personale per il triennio 2017/2019, con il relativo piano occupazionale 2017, nel quale è stato previsto, fra l’altro, il conferimento di n. 1 incarico dirigenziale a tempo determinato ex art. 110 comma 1 del D. Lgs. n. 267/2000 per le funzioni di Dirigente Comandante della Polizia Municipale e Direzione Suap.
Con determinazione dirigenziale n. 545 del 30.05.2017 veniva indetta la relativa selezione pubblica e veniva approvato l’avviso di selezione. Tale avviso richiede, tra i vari requisiti, oltre a quelli necessari per il conferimento della qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza, anche un’esperienza lavorativa pluriennale nelle funzioni di Direzione/Comandante del Corpo di Polizia Municipale e nel Suap. Si prevedono un unico colloquio e una prova di lingua, oltre ad un eventuale colloquio con il Sindaco per valutare gli aspetti motivazionali dei candidati dichiarati idonei.
Tale impostazione dell’incarico da attribuire confligge con gli orientamenti forniti dalla stessa Autorità Nazionale Anticorruzione, e più precisamente:
il n. 57 del 3.07.2014, che recita “Colui che riveste il ruolo di Comandante della Polizia locale non può svolgere funzioni di responsabilità nell’esercizio di servizi di un Comune per i quali è necessario emettere provvedimenti autorizzatori o concessori oggetto di attività di controllo in virtù della sua principale qualifica, sussistendo un’ipotesi di conflitto di interesse, anche potenziale.” Sussiste pertanto un conflitto di interesse potenziale in una figura di Comandante della Polizia Municipale che sia anche Dirigente del Suap, Sportello Unico per le Attività Produttive, che emette provvedimenti di autorizzazione e di concessione oggetto di attività di controllo.
il n. 19 del 10.06.2015, che recita “Sussiste un’ipotesi di conflitto di interesse, anche potenziale, nel caso in cui al Comandante/Responsabile della Polizia locale, indipendentemente dalla configurazione organizzativa della medesima, sia affidata la responsabilità di uffici con competenze gestionali, in relazione alle quali compie anche attività di vigilanza e controllo”. Ed è indiscutibile che il Suap sia un ufficio con competenze gestionali, in relazione alle quali la Polizia Municipale compie attività di vigilanza e di controllo.
Più in generale appare violato il principio costituzionale di imparzialità della pubblica amministrazione (art. 97 Cost.), richiamato anche dall’art. 1 della Legge n. 241/1990 sui procedimenti amministrativi. Tale principio è collegato a norme di legge che determinano le sfere di competenza, le attribuzioni e le responsabilità proprie dei funzionari pubblici. Il principio di imparzialità deve quindi essere osservato già in partenza, nella selezione degli stessi funzionari, per evitare una loro sudditanza alla parte politica e ad interessi non pubblici, ma nel caso di cui alla presente segnalazione, il principio è compromesso da una procedura semplificata di selezione dove può intervenire un organo politico (il Sindaco).
Per i motivi sopra indicati, si chiede l’intervento dell’Autorità Nazionale Anticorruzione nei confronti del Comune di Viareggio per esprimere le proprie osservazioni e rilievi circa l’incarico di cui trattasi, ai sensi dell’art. 11 del proprio Regolamento del 29.03.2017, e contestualmente per sospendere la procedura di conferimento ai sensi dell’art. 16 comma 2 del D. Lgs. 8.04.2013 n. 39.
Si informa che gli atti citati nella presente segnalazione sono rinvenibili sul sito istituzionale del Comune di Viareggio.
Si informa inoltre che la presente segnalazione è stata inoltrata anche al Segretario Generale del Comune di Viareggio, nella sua qualità anche di Responsabile della Prevenzione della Corruzione.
Si esprime la volontà di essere informato degli esiti della presente segnalazione, ivi compresa l’eventuale archiviazione.

CLICCA QUI PER LEGGERE IL DOCUMENTO: anac 24072017

No comments

*