“Villa Bertelli simbolo della confusione amministrativa di Buratti: a pagare sono sempre i cittadini”

0

FORTE DEI MARMI – “Villa Bertelli rappresenta la confusione amministrativa fortemarmina che si rispecchia nello stato in cui versano le pertinenze della storica struttura. Alla vigilia degli eventi estivi che porteranno al Forte artisti come Marco Masini e il vincitore del Festival di San Remo Francesco Gabbani (a spese dei contribuenti, visto che il Comune versa annualmente 160 mila euro alla Fondazione per i concerti e gli spettacoli) lo scenario non è proprio da salotto buono: all’ingresso c’è ancora il ceppo di un pino abbattuto il 5 marzo di 2 anni fa e rifiuti di ogni genere sono abbandonati presso la rete di recinzione” lo dichiara Silla Silvestri, responsabile Fratelli d’Italia Comune di Forte dei Marmi e candidato consigliere alle prossime elezioni comunali.

Silvestri si sofferma appunto sulla confusione amministrativa della quale la villa è simbolo: “ Attualmente Villa Bertelli è sede della biblioteca comunale, trasferita provvisoriamente per i lavori di ristrutturazione a Palazzo Quartieri, questione al centro del dibattito (anche acceso e con azioni eclatanti) per il mancato accordo con Cruciani che è attualmente ancora in contenzioso – prosegue il responsabile fortemarmino di Fratelli d’Italia –  La villa ospita anche il consiglio comunale ed anche in questo caso il Comune si trova ad attingere a risorse pubbliche per l’affitto della sala. Insomma oggi Villa Bertelli è tutto e niente, c’è chi parla sempre più insistentemente di quella che potrebbe essere una vera e propria beffa per Forte dei Marmi: sarebbe stata individuata una vasta area al confine con Montignoso (dove veniva montato il luna park) per gli eventi estivi, cosa che potenzialmente toglierebbe indotto economico ai commercianti di Vittoria Apuana”.

“Situazioni di incertezza come quella descritta – chiude Silvestri – non sono proprie del DNA fortemarmino e speriamo possano diventerare solo un brutto ricordo di un decennio disastroso marcato Buratti e PD che ha tolto lustro al nostro paese”.

No comments

*