Volanti e Reparto Prevenzione Crimine “battono” Viareggio: 7 denunce

0

VIAREGGIO – Volanti e Rpc in azione, con un nuovo servizio straordinario di controllo del territorio. Gli agenti del Commissariato di Polizia di Viareggio e del Reparto Prevenzione Crimine “Toscana”, al fine di contrastare il fenomeno dei reati contro il patrimonio hanno rivolto la loro attenzione al Lungomare,  Piazza Cavour, Piazza Dante, Pineta di Ponente e Lido di Camaiore, identificando 69 persone di cui 8 stranieri. Sette sono state le persone denunciate. B.R, del 1963, nata e residente a Nocera Inferiore, nullafacente, pluripregiudicata per i reati di truffa e ricettazione, è stata allontanata con foglio di via obbligatorio da i Comuni di Viareggio, Camaiore, Massarosa per 3 anni. Il ersonale in servizio di Volante è intervenuto a seguito di una chiamata, giunta su linea 113, da parte di un malcapitato automobilista che riferiva di un tentativo di truffa da parte della  dona. BR simulando una collisione tra lo specchietto della sua autovettura e quello dell’auto del richiedente, cercava, con un modus operandi ormai collaudato, con insistenza di ottenere un risarcimento per un danno di fatto inesistente al proprio veicolo. R.D. nato a Napoli nel 1984, residente a Viareggio, pluripregiudicato per i reati di ricettazione, oltraggio, veniva deferito all’A.G. competente per guida senza patente, reato per il quale era già stato denunciato poco tempo prima. Lo stesso che alla vista della pantera della Commissariato ha cercato di svicolare nel traffico pur di eludere il controllo, è stato raggiunto e fermato nel quartiere del Varignano. Al controllo in banca dati è risultato  sprovvisto di patente di guida in quanto mai conseguita, la sua auto, una Renault Twingo, sprovvista della regolare copertura assicurativa e senza revisione periodica obbligatoria, è stata  sottoposta a fermo e sequestro amministrativo col ritiro della carta di circolazione. K.S. nato in Marocco nel 1981, in Italia s.f.d, pluripregiudicato per reati in materia di stupefacenti e reati contro la persona, già inottemperante all’ordine di espulsione emesso dal Questore di Lucca a maggio 2013, e J.A. nato in Marocco nel 1989, in Italia s.f.d., pluripregiudicato per i reati di furto aggravato, danneggiamento e violazione dei sigilli, anche lui inottemperante all’ordine di espulsione emesso dal Questore di Livorno nello scorso aprile. I due extracomunitari, controllati mentre si aggiravano con fare sospetto fra le auto parcheggiate nei pressi di un supermercato nel centro cittadino, sono stati indagati in stato di libertà per non aver lasciato il territorio nazionale e quindi muniti di nuovo ordine del Questore di abbandonare lo Stato entro 7 giorni.

No comments

*