Volanti e Rpc in azione: all’ex Telecom scovati tre “Sans Papiers”

0

VIAREGGIO – Nuovo servizio di controllo straordinario del territorio, a Viareggio, con l’impiego di personale del Commissariato di Polizia e del Reparto Prevenzione Crimine “Toscana”, al fine di contrastare il fenomeno dei reati contro il patrimonio, rivolgendo particolare attenzione a Piazza Cavour, piazza Dante, pineta di ponente ed ad alcune edifici attualmente in disuso. Sono stati effettuati diversi posti di blocco che hanno permesso di identificare 52 persone e controllare 27 automezzi, uno dei quali è stato sottoposto a sequestro amministrativo perché sprovvisto di assicurazione RCA.

Rpc Toscana foto Letizia Tassinaripolizia in darsena foto letizia tassinari

All’interno dello stabile in disuso situato alle spalle della stazione ferroviaria di Viareggio, “ex Telecom” di via Aurelia Nord,  sono stati scovati tre cittadini extracomunitari, privi di documenti di identificazione. Gli stranieri, accompagnati negli uffici del Commissariato, sono stati sottoposti a rilievi fotodattiloscopici ed identificati: M.M. nato in Algeria nel 1969 e K.K. nato in Tunisia nel 1987, entrambi clandestini e senza fissa dimora, pregiudicati per reati contro il patrimonio, gli stupefacenti e l’immigrazione clandestina, sono stati indagati in stato di libertà in quanto inottemperanti all’ordine di abbandonare il territorio nazionale e pertanto sono stati muniti di un nuovo Decreto di Espulsione emesso dal Prefetto di Lucca e l’Ordine del Questore di Lucca a lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni. Il terzo, A.M. nato in Algeria nel 1976, in Italia senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, in particolare furti e rapine, estorsione, sequestro di persona fatto avvenuto nel 2008 all’interno del C.I.E di Roma nei confronti di un altro cittadino straniero è stato accompagnato da personale del Commissariato presso il C.I.E. di Bari in attesa di essere rimpatriato. Lo straniero è stato indagato in stato di libertà perchè inottemperante ad abbandonare il territorio nazionale. Per tutti è scattata anche la denuncia per invasione di terreni e/o edifici.

Durante i controlli predisposti al mercato di piazza Cavour, tra la gente che affolla i banchi sono state individuate e fermate due giovanissime donne già conosciute alle forze dell’ordine per i loro precedenti penali:Y.C. ventenne nata a Brescia ma residente a Roma e R.S. diciannovenne nata e residente a Torino, entrambe di etnia Rom, pregiudicate per reati contro il patrimonio, in particolare furti e borseggi, trovate in possesso di due lunghi cacciaviti ed un ritaglio di plastica, utilizzato per aprire le serrature delle porte, sono state indagate in stato di libertà per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. Inoltre Y.C., in quanto destinataria di ordine di carcerazione perché condannata alla pena di 5 mesi 26 giorni di reclusione e 300 euro di multa per diversi furti, è stata accompagnata presso il carcere di Sollicciano  ed indagata anche per aver contravvenuto al divieto di ritorno nel comune di Viareggio. R.S invece è stata rimpatriata con Foglio di Via Obbligatorio, emesso dal Questore di Lucca,  con divieto di ritorno nei comuni della Versilia per 3 anni.  In considerazione dei precedenti specifici di polizia e delle condizioni di tempo e di luogo in cui sono state fermate, inducono a ipotizzare che le due ragazze stessero facendo dei “sopralluoghi” per individuare degli obiettivi da svaligiare.

 

No comments

*

Indossa la refurtiva, arrestato

FIRENZE  – I Carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti presso il negozio Oviesse di viale Talenti per furto di merce. Nello specifico, l’addetta alla sicurezza ...