Zanzare, Viareggio e Torre del Lago sotto assedio: gente che fugge da ristoranti, pinete e spiagge

VIAREGGIO – TORRE DEL LAGO – ( di Letizia Tassinari ) –  Zanzare, Viareggio e Torre del Lago sotto assedio: gente che fugge da ristoranti, pinete e spiagge. E’ un incubo, raccontano in molti, sia turisti che residenti. Nonostante che, dalla settimana scorsa, Sea Ambiente abbia intrapreso le azioni necessarie per il contrasto sul territorio con interventi larvicidi a partire dalle zone caratterizzate dalla presenza di ristagni di acqua (Torre del Lago e la Pinete di Ponente), in Darsena, e lungo il viale dei Tigli.  Per sconfiggere anche le specie più aggressive, data l’abbondanza di precipitazioni metereologiche e quindi la presenza di ristagni d’acqua nel terreno, Sea sta adoperando nuove tipologie di prodotti biologici di ultima generazione che non hanno alcuna controindicazione per uomini e animali, ma, a quanto pare, non hanno sortito gli effetti desiderati. Le zanzare, quest’anno, sono grosse come “elicotteri”, e pungono.  “Alcuni clienti sono fuggiti dal ristorante – racconta Nada Gori, titolare con le figlie del Sea Gull Beach in Passeggiata, a due passi dal molo di Viareggio. E stessa denuncia arriva da Fabio Gentili, del Nostromo in via Coppino in Darsena. Per non parlare di molti avventori che in queste sere si sono “avventurati” in locali all’aperto sia sul Lago di Massaciuccoli che sulla Marina di Torre del Lago: “Nonostante gli zampironi accesi, e gli spray sul corpo per evirare le pinzature, siamo tornati a casa con gambe e braccia ricoperti di bubboni”. Molti i proprietari di 4 zampe preouccupati per i loro cani, nonostante le profilassi mensili. Il pericolo è in agguato. “Zanzare anche sulla battigia, alla Lecciona, e in spiaggia tra le dune – raccontano dei turisti arrivati da fuori regione per passare questo fine settimana: “Siamo dovuti scappare”. Stessa situazione nei camping. E il turismo, come ovvia conseguenza, ne risente. “Bisognerebbe cambiar loro il Dna”, la battuta di un cittadino, e far diventare le zanzare vegane”… ma si sa, loro amano il sangue, e l’assalto, per ora, purtroppo… continua.