Zona industriale di Montramito: approvate dal consiglio comunale alcune modifiche al precedente regolamento

0

MASSAROSA – Il consiglio comunale, nella seduta del 30 marzo, ha approvato le modifiche al regolamento per l’assegnazione a prezzo convenzionato degli immobili produttivi nelle aree TS2 eTS3    di Montramito  e la bozza del  relativo bando.

“Nel 2009- spiegano  l’assessore all’urbanistica Damasco Rosi e il consigliere delegato alle attività produttive Raffaello Giannini – era stato adottato il regolamento per  assegnare alcune aree della zona industriale di Montramito a prezzo convenzionato, provvedimento che però era rimasto praticamente fermo poiché, nel frattempo, l’autorità di Bacino del Fiume Serchio, pur approvando l’ampliamento di tale area, aveva  disposto una serie di condizioni vincolanti ai fini dell’agibilità degli immobili.

Come Amministrazione- proseguono – nel corso delle varie riunioni che si sono tenute  e a seguito della realizzazione della maggior parte degli interventi di difesa idraulica eseguiti sulla Gora di Stiava e nell’area industriale, abbiamo chiesto ed ottenuto  l’introduzione di una deroga  a tali prescrizioni, che di fatto consentisse lo sblocco dell’ area industriale di Montramito.

Nel settembre del 2016- aggiungono-   il Comitato Tecnico  ha modificato  le prescrizioni rendendo  quindi possibile l’indizione dell’apposito bando da parte dell’amministrazione per poter procedere all’assegnazione di una parte degli immobili (40% delle zone di trasformazione TS2 e TS3)  a prezzo convenzionato.

In pratica sarà introdotto uno strumento che  stabilisce  un prezzo certo e definito  per la vendita degli immobili  e delle  pertinenze che si trovano in queste due aree  e che saranno assegnati con criteri equi tramite un bando, che sarà pubblicato nelle prossime settimane.

Un  ottimo risultato- concludono Rosi e Giannini-  frutto dell’impegno della concertazione che in questi anni ha visto lavorare in sinergia l’amministrazione comunale con il Consorzio Montramito, i soggetti attuatori, le categorie produttive del territorio e gli enti sovracomunali, che ringraziamo  vivamente per l’impegno e la disponibilità dimostrate,  per garantire  una ripresa  dell’economia locale”.

No comments

*