Rapina un turista e colpisce un agente: panico in pieno centro storico

Convalidato il provvedimento cautelare e disposti gli arresti domiciliari per il giovane italiano che lo scorso sabato aveva seminato il panico in pieno centro storico a Firenze. In attesa del processo, che partirà a gennaio, sono stati ricostruiti con precisione i fatti imputati.

Nel pomeriggio di sabato 1 dicembre un ventenne, italiano, ha cercato di sottrarre con la forza un costoso smartphone ad un turista coreano, ma è stato prontamente fermato da alcuni agenti della polizia municipale, impegnati in un servizio in borghese per contrastare l’abusivismo commerciale. Ne è scaturita una violenta colluttazione in cui il giovane italiano, in preda al panico, ha colpito con un pugno in pieno volto uno degli agenti (prognosi di sette giorni per lui). Grazie all’intervento dei colleghi, però, dopo un lungo tentativo di resistenza, la fuga del giovane non ha avuto buon esito.

Adesso dovrà rispondere ai reati di rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.