Capannori, Lega: furti nelle abitazioni, amministrazione assente e città sotto scacco dei ladri

“A Capannori la criminalità fa da padrona e i cittadini sono costretti a subire.  Ieri sera , in orario di cena/uscita regolare, dalle 20 alle 23 circa, tre abitazioni sono state violate da ladri che non si sa se siano i medesimi oppure no, ma che di fatto hanno seminato il panico delle vittime e degli altri cittadini che non si sentono più al sicuro in tutte le frazioni. Servono delle misure estreme da parte del sindaco e servono subito. In tutta la provincia di Lucca si verificano episodi a dir poco allarmanti, come il furto allo sportello bancomat mediante esplosione,  ma Capannori sta dando il peggio di sé grazie ad un’amministrazione sorda ai problemi dei cittadini, come la sicurezza, e troppo impegnata su altri fronti. Trovo del tutto inutile che il sindaco vada in pellegrinaggio in tutte le frazioni, dal momento che, ha avuto quasi 5 anni di tempo per risolvere i problemi che gli erano stati esposti, se non ce l’ha ancora fatta, forse è l’ora che si dedichi ad altro” afferma il segretario locale della Lega, Marcella Maniglia.
“E’ del tutto evidente come la sicurezza dei cittadini di Capannori non rientri nelle priorità della scelte politiche di questa Amministrazione Comunale e del Partito Democratico, che qui purtroppo governa. Il Ministro Salvini ha dato una svolta importante alla legittima difesa, ma se poi non c’è chi, come a Capannori, tutela i suoi cittadini, tutto diventa più difficile”- afferma Andrea Recaldin, Commissario Provinciale della Lega di Lucca