Cercare funghi e trovare una bomba: polizia e carabinieri isolano l’area boschiva

Il protagonista della vicenda è un pietrasantino 56enne, esperto cercatore di funghi. Si è addentrato, come molte altre volte, nel bosco della Versiliana, una seconda casa per lui, ma intorno allo ore 16 di lunedì pomeriggio (3 dicembre) invece che i tanto agognati funghi il buon fungaiolo si è imbattuto in un ordigno bellico di notevoli dimensioni. Un proiettile di mortaio, lungo circa 20 cm e con un diametro di 5 cm. Il residuato bellico, risalente alla Seconda Guerra Mondiale, è stato rinvenuto nei pressi della piccola strada che attraversa la pineta, vicino ad un vecchio maneggio.

L’uomo ha prontamente e saggiamente allertato le forze dell’ordine, intervenute repentinamente sul posto. La Polizia Municipale di Pietrasanta e i Carabinieri di Tonfano hanno così isolato e segnalato l’area in quanto zona di potenziale di rischio. Solo al termine di un’attenta analisi, l’ordigno è stato valutato di ‘non immediato pericolo per la popolazione’ e nelle prossime ore, secondo il protocollo, verrà attivata la rimozione in sicurezza.