Rally, finale al Ciocchetto come da tradizione

Parte il countdown per il tradizionale appuntamento sulle strade del Rally Il Ciocchetto, la gara che ogni anno manda in archivio la stagione rallistica.

La Gara. L’ agonismo. Le strade del Ciocco. Sono sempre questi gli ingredienti più saporiti e graditi della “torta” natalizia, che OSE offre agli appassionati, nel fine-settimana dal 21 al 23 dicembre prossimi. Ma “Il Ciocchetto” propone, come tradizione, altri motivi e iniziative, altri componenti, che rendono ancor più appetitoso il menù dell’antivigilia di Natale della prima e originale “gara degli auguri”.

E mentre le iscrizioni continuano ad affluire, dato che al Ciocchetto Rally Event 2018 c’è la possibilità di inviare le adesioni fino a venerdì 14 dicembre, lo staff organizzativo mette a punto il piatto principale e il ricco contorno dell’evento. Per chi deciderà di essere in gara e per il pubblico.

Lo scorso anno, causa sfortuna in gara, era rimasto senza un vincitore un corposo e originale premio in denaro, ben 5.000 euro. Nell’edizione che andrà in scena tra poco più di venti giorni, OSE ripropone lo stesso premio, destinato a preparatori e noleggiatori rally. Dopo avere presentato al via almeno tre vetture, porterà a casa la ricca vincita il preparatore o noleggiatore che risulterà il migliore nella classifica finale assoluta, sommando i tempi dei tre migliori piazzamenti dei suoi equipaggi. Una ghiotta occasione per tentare di farsi un bel regalo di Natale.

Per festeggiare la prima edizione del Premio Rally Autostoriche, indetto nel 2018, a tutti i conduttori presenti nella speciale classifica che si iscriveranno al 27esimo Il Ciocchetto Rally Event, sarà riservato uno sconto del 30% sull’iscrizione alla Coppa Ville Lucchesi 2019 e uno sconto del 20% sull’iscrizione a Il Ciocchetto Rally Event 2018.

Questa iniziativa promossa da Automobile Club Lucca e OSE Organization Sport Events vuole incentivare la partecipazione di auto ed equipaggi “storici” anche al Ciocchetto Rally Event, riportando su queste prove speciali le macchine che hanno contribuito a costruire la storia, ormai quasi trentennale, della gara “inventata” da Icio Perissinot.