Ferrhotel, Santini: “Aspetto ancora 5 risposte”

0
VIAREGGIO – “Voglio risposte chiare e complete sul Ferrhotel. E’ mio diritto pretenderle, dal sindaco di Viareggio pro tempore Giorgio Del Ghingaro, dall’assessore al welfare Sandra Mei e dagli uffici interessati. Non le ho ricevute, dopo oltre un mese di attesa, alla mia prima interrogazione del 12 ottobre; quindi sono costretto a riproporne un’altra, per chiarire gli elementi ignorati o non sufficientemente trattati nel documento che mi è stato inviato”. La nota stampa, che pubblichiamo integralmente, è del consigliere di Forza Italia Alessandro Santini: “Ribadisco dunque che vorrei sapere:
1) A quanto ammonta l’impegno economico annuo del Comune di Viareggio per le utenze del Ferrhotel (anni 2012, 2013 e 2014)
2) Perché l’ingresso del Ferrhotel non è presidiato: non è considerata una necessità? Gli uffici scrivono di non essere a conoscenza “di chi abbia lasciato e di cosa contengano” i sacchi neri rinvenuti nella sala comune: per la sicurezza di tutti, io credo che lo sia.
3) Esiste un regolamento interno al quale gli ospiti del Ferrhotel devono sottostare? Ne chiedo copia.
4) A che titolo l’associazione Auser mantiene un ufficio nei locali della struttura? Altrimenti detto: questa associazione ha o non ha l’autorizzazione per restare dov’è?
5) Se l’associazione Auser non ha l’autorizzazione, perché non ha abbandonato i locali in modo che il Comune potesse bandirne correttamente l’assegnazione?
A tutti i punti che compongono la presente interrogazione, indirizzata all’assessore Mei, si richiede risposta scritta”.

No comments

*