Antonia Klugmann è il nuovo giudice di MasterChef Italia

0

di Chiara Bini – Nuovo giudice per MasterChef Italia: dopo l’arrivederci di Carlo Cracco, ad affiancare Bruno Barbieri, Joe Bastianich e Antonino Cannavacciuolo sarà Antonia Klugmann, che già era stata ospite del programma durante la finale della quinta edizione.

Una carriera folgorante, in cui ha bruciato tutte le tappe, imponendosi in poco tempo nel panorama della cucina italiana di alto livello. Non è un caso che la produzione abbia scelto proprio lei come nuovo quarto giudice di MasterChef Italia, ormai giunto alla sua settima edizione. Una presenza forte, in un ambiente che tende a risultare sempre più limitato ai soli uomini, serviva il tocco di una donna che si è fatta da sola. Anzi, la sua esperienza potrà essere presa a modello dagli aspiranti cuochi che parteciperanno al programma.

Nata a Trieste 37 anni fa in una famiglia di medici, Antonia Klugmann è un avvocato mancato: l’amore per la cucina è nato durante gli studi in Giurisprudenza a Milano e proprio nella città della Madonnina ha cominciato a muovere i primi passi nelle brigate di diversi ristoranti. A 26 anni, poi, ha aperto il suo primo ristorante a Pavia di Udine, nel frattempo è stata chef per due anni del Venissa, già stellato. Nel 2014 ha finalmente aperto L’Argine a Vencò, in provincia di Gorizia, e in un anno è stata capace di conquistare la sua prima Stella Michelin.

Eletta poche settimane fa Cuoca dell’Anno dalla Guida dei Ristoranti d’Italia de L’Espresso, la Klugmann ha approccio alla cucina molto passionale e fonda le proprie ricette sui prodotti del territorio e la loro stagionalità. Le verdure sono da sempre un suo punto forte, preferendo, come nel caso dell’esperienza al Venissa, coltivarle lei stessa, garantendo ai clienti quell’andante “dal produttore al consumatore”, sinonimo e garanzia di qualità.

In un mondo di ricette folli, basate su tecniche e accostamenti di sapori al limite dell’immaginabile, Antonia Klugmann sottolinea come la propria sia una cucina assolutamente non sperimentale, ma al contrario legata alla tradizione e al territorio. L’estetica dei piatti non è centrale né tanto meno tale da richiedere una laurea in ingegneria (come è diventato solito vedere negli ultimi anni), ma vuole essere solo ed esclusivamente funzionale al piatto stesso e al cliente.

Centralità del cibo, attenzione ai sapori e cura dei prodotti locali sono quindi gli elementi che caratterizzano la cucina di Antonia Klugmann. Ora non resta che vedere quali saranno le sue caratteristiche in qualità di giudice di MasterChef e quale sarà l’apporto che riuscirà a dare al programma.

Photo | masterchef.sky.it

No comments