Gli appuntamenti della settimana al Caffè letterario Lettera22 di Viareggio

0

VIAREGGIO – Un inizio del mese davvero pieno di interessanti appuntamenti al Caffè letterario Lettera22 di Viareggio (Via Mazzini n.84). Si parte domani, giovedì 4 maggio alle ore 18,30 con la presentazione del libro  “Camminare col proprio tempo – il femminismo cristiano di primo Novecento” di Isabella Pera. Introdurrà l’incontro la giornalista ed insegnante Chiara Sacchetti.

Italia, primi del Novecento. La Chiesa, sotto il pontificato di Pio X, inasprisce le sanzioni disciplinari nei confronti di ogni tentativo di rinnovamento, proprio mentre alcune organizzazioni milanesi sperimentano forme nuove di impegno sociale e di partecipazione democratica. Tra queste anche il Fascio femminile (attivo a Milano tra il 1901 e il 1908), dotato di un progetto particolarmente originale per gli strumenti e le idee: rivendica per le donne i fondamentali diritti civili e politici, fino ad avvicinarsi, per alcuni aspetti, alle battaglie del femminismo laico. Questo volume si propone di indagare l’evoluzione delle posizioni del femminismo cristiano attraverso il caso milanese, mettendone in evidenza il ruolo di ricettore e catalizzatore di una fitta rete di rapporti sia con le varie anime dell’emancipazionismo e del riformismo religioso che con l’ambiente della diocesi ambrosiana e della curia romana, evidenziando per ognuno di essi le continuità e le cesure. L’accanimento con cui la propaganda antimodernista si scagliò contro questa esperienza, testimoniato anche da documenti inediti, e la soppressione improvvisa del periodico «Pensiero e Azione» sono forse la prova più chiara di quanto il ruolo delle donne fosse una delle questioni chiave del rapporto tra Chiesa e società moderna. Allora come oggi.

Si prosegue poi Venerdì 5 maggio alle 18 con Elio Marracci e Moreno Burattini, scrittore, sceneggiatore ed editor di Zagor. Insieme parleranno dell’antologia di racconti “Dall’altra parte”, edita da Cut Up.

Un cacciatore di diecimila anni fa e una biologa a bordo di un’astronave in viaggio da diecimila anni nello spazio. Nel mezzo, figli che vogliono uccidere il padre e madri che cercano di sopprimere i figli. Ma anche alieni che invadono la terra e persone che si risvegliano nella tomba, seppelite vive. Per non parlare di un mendicante che perseguita coloro che gli negano l’elemosina e dell’ultimo uomo rimasto sulla terra. E poi, ci sono i morti che varcano il confine e si trovano dall’altra parte. C’è pure una moglie che uccide il marito a colpi di ferro da stiro. Non mancano i draghi, gli alchimisti, i fumettisti, i cuochi, i preti di montagna, i lupi, i mutanti e i viaggiatori partiti per la Patagonia. Il pezzo forte però è un racconto inedito con protagonista Zagor, “Lo spirito con la scure”. Il volume è illustrato da venticinque celebri disegnatori di fumetti.
Nel weekend due appuntamenti interessanti: si parte Sabato 6 maggio alle 18,30 con Alessio Del Debbio e l’associazione ‘Nati per leggere’ , che presenterà il libro ‘JUKEBOX. Racconti a tempo di musica.’ 

Domenica 7 maggio alle 18,30  invece sarà la volta della scrittrice lucchese Chiara Parenti che per la prima volta presenterà il suo nuovo libro “Tutta colpa del mare” (Rizzoli) ambientato proprio a Viareggio.

Chiara Parenti è laureata in Filosofia, è giornalista pubblicista e lavora nell’ambito dell’editoria e della comunicazione. Appassionata di scrittura creativa, è autrice di un manuale di scrittura e coautrice di diversi saggi. Il suo blog personale, Il giardino d’estate, è online all’indirizzo chiaraparenti.blogspot.it.  Già autrice di “La voce nascosta delle pietre” , con Rizzoli ha pubblicato “Tutta colpa del mare (e anche un po’ di un mojito)” e “Con un poco di zucchero”. Lettura consigliata agli astemi – perché cambino idea!
La vita di Maia Marini procede a vele spiegate verso la felicità: un fidanzato appartenente a una prestigiosa famiglia, un lavoro presso una delle più rinomate agenzie di comunicazione di Milano, tre amiche splendide con cui trascorrere il weekend per festeggiare l’addio al nubilato di Diana, la futura cognata! Peccato che la meta prescelta sia la Versilia, dove Maia ha passato le vacanze fino all’estate dei 16 anni. Ritornare nei luoghi in cui ha lasciato il cuore e rivedere Marco, il primo amore, la manda in tilt. Così decide che qualche mojito non potrà farle male… e anzi l’aiuterà. Il mattino dopo, però, Maia non ricorda niente. Non ha idea di cosa abbia combinato durante quel folle venerdì notte. In compenso, però, lo sanno i suoi 768 amici di Facebook. Cercando di ricucire una situazione compromettente e compromessa in ogni settore della sua vita, Maia si troverà a porsi una domanda fondamentale: e se invece che la fine di tutto, fosse solo un nuovo inizio? Perché se è vero che l’alcol fa fare pazzie, è altrettanto vero che a volte aiuta a fare la cosa giusta! Mood: Ironico.

 

No comments

*