La Cultura ai tempi della IV rivoluzione industriale. Al via LuBeC 2017, scopri il programma

0

LUCCA – Sta per alzarsi il sipario sulla XIII edizione di LuBeC. Il 12 e 13 ottobre l’incontro internazionale dedicato a Beni Culturali, Turismo, Spettacolo e Tecnologia tornerà al Real Collegio di Lucca. Due giorni in cui oltre 150 relatori si alterneranno in convegni, workshop, laboratori e seminari formativi. A fare da scenografia al tutto, ci sarà la LuBeC Digital Technology, la rassegna espositiva dedicata alle ultime novità tecnologiche in ambito di prodotti e servizi turistico-culturali. Le iscrizioni online sono chiuse, ma per partecipare è possibile registrarsi direttamente all’arrivo al Real Collegio, nei due giorni dell’evento. La partecipazione a tutti gli eventi è totalmente gratuita.

All’interno di LuBeC, si svolgerà la III edizione di Creathon, maratona di creatività in cui i team selezionati in tutta Italia dovranno sviluppare, in 24 ore, un’idea digitale per la promozione e la valorizzazione di due città, Lucca e Recanati, legate ai due rispettivi illustri personaggi: Puccini e Leopardi.

Francesca Velani, Direttore di LuBeC

CULTURA 4.0
“Cultura 4.0” è il titolo di LuBeC 2017. Un termine col quale si indica una fase evolutiva, da inserire nel quadro più ampio della “quarta rivoluzione industriale”, denominata Industria 4.0, il cui obiettivo, previsto dal Piano Nazionale è creare un ambiente favorevole alle imprese, che tenga conto della globalizzazione e dei cambiamenti tecnologici in atto. Tale tema sarà affrontato ampiamente nella Sessione Plenaria di apertura alla quale parteciperanno, tra gli altri, Monica Barni, Assessore alla Cultura e Ricerca della Regione Toscana, Dorina Bianchi e Carla Di Francesco, rispettivamente Sottosegretario di Stato e nuovo Segretario Generale del MiBACT.

L’ANNO EUROPEO DEL PATRIMONIO e LA TUNISIA PAESE OSPITE
Lubec è una manifestazione a una vocazione fortemente internazionale, attenta a ciò che accade in Europa, soprattutto in vista del 2018, “Anno europeo del patrimonio culturale”, istituito con l’obiettivo di promuovere diversità culturale, dialogo interculturale e coesione sociale. Di questo si parlerà nel primo focus del convegno iniziale, “Verso l’anno europeo del patrimonio: il diritto alla cultura tra accesso e dialogo”, in cui interverranno Erminia Sciacchitano, esperto del MiBact in forza alla Commissione Europea, e Christian Greco, Direttore del Museo Egizio. Il secondo focus sarà invece dedicato all’attuale tema della Rigenerazione urbana. Saranno illustrate le opportunità offerte dalla Cultura in questo ambito. Interverrà, tra gli altri, Paolo Fontani, Direttore dell’ufficio UNESCO a Bruxelles e della Rappresentanza UNESCO presso le Istituzioni Europee.

A LuBeC, che anche per quest’anno ha ricevuto il riconoscimento della Medaglia della Presidenza della Repubblica, torna l’intervento del Paese Ospite, che per il 2017 è la Tunisia, attraverso il contributo dell’Ambasciatore Moez Sinaoui. Un’occasione, anche questa, per rinnovare il dialogo tra culture, popoli e turismo. Inoltre, un’intera sala del Real Collegio sarà dedicata alla Tunisia e fungerà da ponte tra imprese e Pubbliche Amministrazioni.

ITALIA E PATRIMONIO CULTURALE “IN CLASSE A”

Patrimonio Culturale in Classe A è un programma di efficientamento energetico, patrocinato dal MiBACT, che l’ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) promuove nell’ambito della campagna “Italia in CLASSE A”, con l’obiettivo di ridurre i consumi e migliorare la performance energetica nel settore dei beni culturali. LuBeC sarà l’occasione per ENEA e PROMO PA FONDAZIONE per lanciare un progetto pilota per la diffusione della sostenibilità energetica, il monitoraggio e la valorizzazione dei siti UNESCO italiani. Nell’incontro, in programma il pomeriggio del 12 ottobre, saranno illustrati anche Casi studio, tra cui quello del Teatro Regio di Torino.

RIGENERAZIONE URBANA
Dalla rigenerazione di un singolo immobile, a quella di un intero quartiere, fino a quella di un’intera città: come anticipato, uno dei temi di apertura di LuBeC sarà quello della Rigenerazione Urbana. Ma non se ne parlerà solo nella Sessione Plenaria. Ci sarà infatti un incontro il 12 pomeriggio, realizzato in collaborazione con Fondazione Unipolis e Avanzi – Sostenibilità per Azioni, volto a comprendere da un lato quanto essa sia fondamentale per la socialità e la condivisione tra cittadini e dall’altro come i soggetti pubblici e privati coinvolti possano affrontare gli attuali nodi giuridici.

La rassegna espositiva LuBeC Digital Technology

TURISMO 4.0, CITTÀ E CAPITALI DELLA CULTURA, VIA FRANCIGENA
Il Turismo è senza ombra di dubbio uno dei fili conduttori di LuBeC. Un turismo che deve adeguarsi alla fase 4.0 e che deve chiamare gli attori dell’intero sistema a “far rete”. A tal proposito, si segnala l’evento della mattina del 13 ottobre, l’incontro della Rete delle Città della Cultura, in cui Dirigenti e Amministratori locali (Sindaci e Assessori) si confronteranno sulla necessità di mettere in atto un’efficace pianificazione turistico-culturale, al fine di avere città “vivibili” sia per i residenti che per i turisti. Nell’ambito dello stesso appuntamento ci sarà un confronto tra alcune delle Città Candidate a Capitale italiana della Cultura 2020.

Sono invece due gli incontri dedicati alla Via Francigena e alla sua valorizzazione. In particolare, nell’appuntamento del pomeriggio di venerdì 13, verrà analizzata, in collaborazione con Regione Toscana, la possibile candidatura della Via Francigena a Sito Unesco, anche attraverso lo studio di fattibilità in corso, che sarà presentato dall’Associazione Europea Vie Francigene (AEVF).

I MUSEI TRA LABORATORI, REALTÀ VIRTUALE E L’INCONTRO CON I SUPER DIRETTORI
I Musei sono forse tra i luoghi di Cultura in cui più ci rendiamo conto di come l’Innovazione stia lasciando la sua impronta. Realtà Aumentata, esperienze immersive sempre più presenti e apprezzate, nuovi modi di gestione di collezioni e di dati. Di questo si parlerà in più laboratori e workshop in cui i partecipanti potranno vedere con i propri occhi le possibilità offerte dalla tecnologia applicata al mondo dell’Arte. È effettivamente nato un nuovo modo di raccontare l’Arte che trova un corrispettivo in un nuovo modo di vivere il Museo.

Sarà proprio questo il tema del consueto e immancabile incontro con i Super Direttori dei Musei Autonomi al quale prenderanno parte anche Andrea Marcucci, Presidente della Commissione Cultura del Senato della Repubblica, e Antonio Lampis, nuovo DG della Direzione Generale dei Musei per il MiBACT.
Molti altri sono i temi di LuBec, comprese le nuove leggi in materia di Spettacolo, che saranno illustrate insieme alla Regione Basilicata, oppure i vantaggi offerti dall’Art Bonus e il mecenatismo.

Per scoprire il programma completo e maggiori informazioni: www.lubec.it

LuBeC 2017 è un evento di PROMO PA Fondazione, realizzato con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Toscana, Città di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e Fondazione Banca del Monte di Lucca.

 

“Fuori LuBeC”: gli eventi collaterali

Pontormo in 3D
Mostra ideata e prodotta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, visitabile fino al 22 ottobre nella Chiesa di San Franceschetto, annessa al Complesso Conventuale di San Francesco. Ingresso gratuito. Al centro dell’esposizione un suggestivo video-racconto in 3D, realizzato da Infinity Blue con la regia di Maurizio Bernardi, la sceneggiatura di Andrea Salani e la consulenza scientifica di Rosanna Morozzi: un filmato dedicato al Ritratto di giovinetto dipinto da Pontormo intorno al 1525 e oggi conservato nel Museo Nazionale di Palazzo Mansi.

MEMORY OF THE WORLD | UNESCO

Il 12 ottobre alle 19 l’inaugurazione della Mostra “Memory of the World” presso l’Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca, in piazza San Martino. L’esposizione nasce per celebrare i 25 anni di nascita del programma creato dall’UNESCO nel 1992, al fine di censire e salvaguardare il patrimonio documentario dell’umanità. Realizzata dall’Unesco, la mostra riunisce in 30 grandi pannelli altrettanti tesori, splendidamente riprodotti a colori

No comments

*