Da oriente a occidente, al Pucciniano galà lirico coreano

0

TORRE DEL LAGO – La Fondazione Festival Pucciniano grazie ai frequenti e proficui rapporti con la Corea – solo nel 2017 sono state tre le coproduzioni con compagnie d’opera Coreana che hanno portato il Festival Puccini in Corea – propone domenica 13 agosto (ore 21.15) un evento speciale, il Gala Lirico coreano Musica senza Confini. Una serata che vuole appunto suggellare le relazioni culturali tra la città di Viareggio e le istituzioni coreane. A produrre il Concerto è la compagnia “Sol Opera Company Koresa“ che vedrà protagonisti artisti solisti coreani, L’Orchestra del Festival Puccini diretti dal Maestro Park Jiun.

Il concerto propone nella prima parte, l’opera moderna in costumi originali Gala Opera Qeen Sunduk un’opera nata per celebrare i campionati mondiali di atletica leggera di Daegu e racconta la storia della prima regina coreana Sun Duhk; autore della musica è il musicista Park Jiun, che sarà anche sul podio, un’opera melodica composta nello stile dell’opera italiana. Si compone di due atti e quattro scene e racconta la storia d’amore tra la principessa Deokman che poi diventerà Regina e lo scultore Abigi. Nella seconda parte del Concerto, invece, spazio a Puccini proprio a testimoniare il grande amore e la grande passione dei coreani per il repertorio pucciniano, gli artisti solisti coreani e l’orchestra del Festival Puccini diretti dal Maestro Park Jiun si esibiranno in un gala lirico con le più celebri arie del repertorio pucciniano da La Bohème a Turandot.

No comments

*

Babbo Natale a casa con la Croce Rossa

VIAREGGIO – Prosegue anche quest’anno la bella tradizione organizzata dai volontari della Croce Rossa, una iniziativa che porta Il Santa Klaus  e i suoi folletti ...