MOSTRE – Si apre sabato la personale di Fabrizia Chiappa a Palazzo Panichi: “Tutto il fascino delle… imperfezioni”

PIETRASANTA – Nelle imperfezioni c’è un fascino inatteso, nelle mancate simmetrie, nell’armonia che improvvisamente si spezza, nell’andare oltre, nel violare le regole, nel disarticolare, nell’incidere sulle certezze. Un fascino sempre in bilico, spontaneo, imprevisto, che l’obiettivo di Fabrizia Chiappa riesce a fermare nelle sue fotografie, creando un percorso d’immagini d’infinita poesia che l’Assessorato alla Cultura presenta da sabato 14 luglio (inaugurazione ore 19.30), all’interno della sezione del Museo dei Bozzetti, a Palazzo Panichi, sino al 5 agosto.
Una vetrina fotografica che ci restituisce tutta la bellezza dell’imperfezione, colta dall’artista milanese nella quotidianità, così come in un museo. In questo caso Chiappa entra nel Museo dei Bozzetti e cogliendo questo o quel particolare, estrapolandolo dal contesto, mettendo a fuoco quanto di fragile e di caduco possa esserci, svela liriche suggestioni. Una poetica che nasce da lunga ricerca fra le pighe della vita, come scrive la stessa artista: “Imperfezioni nasce da una lieve scossa che ha fatto cadere a terra l’uovo che stavo fotografando, e dalla scoperta che, rotto, possedeva la bellezza che inutilmente avrei cercato se fosse rimasto intero”.
Fabrizia Chiappa è nata e vive a Milano. Dalla prima Polaroid incontrata ad otto anni, è passata a una reflex sino ad affinare tecnica e conoscenze in una casa di produzione. Gli ostacoli della vita ed alcuni incontri speciali ne hanno forgiato la sensibilità.
La mostra sarà visitabile dal venerdì alla domenica, nell’orario 19-24, ingresso libero.