Una Fondazione per il Museo Mitoraj a Pietrasanta, il suo Dedalo per sempre a Pompei

0

PIETRASANTA – Sarà gestito da una Fondazione di partecipazione dal Ministero dei Beni Culturali, Comune di Pietrasanta ed eredi di Igor Mitoraj il Museo a lui dedicato che nascerà nel 2018 a Pietrasanta. Ma potrebbe farne parte anche la Regione Toscana con cui è stato avviato un percorso. Anche privati ed imprese potranno, una volta realizzato il Museo, entrare come sostenitori della Fondazione seguendo quello che è il modello americano. E’ stato lo stesso Ministro, Dario Franceschini a fornire alla stampa il timing dell’operazione in occaione della donazione da parte della Fondazione Argus  dell’opera “Dedalo” che resterà così per sempre agli Scavi di Pompei, ammirata da milioni di visitatori. Insieme al Ministro, a Roma, per la presentazione c’erano anche Luca Pizzi (Studio Argos), Stefano Contini della Galleria d’Arte Contini, il Direttore degli scavi di Pompei, Massimo Cisanna ed il Sindaco di Pietrasanta, Massimo Mallegni. “Una seconda sfida”, come l’ha definita Franceschini dopo quella vinta, con numeri da capogiro, agli scavi di Pompei dove le opere di Mitoraj, cittadino onorario della Piccola Atene e tra gli artisti contemporanei più amati, hanno trovato la loro collocazione perfetta. “Abbiamo già finanziato il restauro e la realizzazione del Museo con 2milioni di euro, il Comune di Pietrasanta metterà a disposizione l’edificio dell’ex mercato coperto, all’ingresso del centro storico, gli eredi una importante collezione di opere che saranno donate allo Stato. Stiamo perfezionando le procedure. – ha spiegato Franceschini che ha anche anticipato la nascita di una fondazione di partecipazione”. I tempi per la realizzazione del Museo sono stretti: “Ad ottobre inizieranno i lavori per la sistemazione dello spazio dell’ex mercato. Il nostro obiettivo è di inaugurarlo nel 2018. C’è molto da fare. Il Museo di Mitoraj – ha spiegato il primo cittadino – diventa il centro mondiale della sua arte e contribuirà ad accrescere i flussi turistici in tutta la Versilia. Auspico un coinvolgimento anche della Regione Toscana che spero faccia parte di questo nuovo e potente messaggio culturale che parte da Pietrasanta. Ringrazio nuovamente il Ministro Franceschini, Jean Paul Sabatier e Stefano Contini per aver dato a Pietrasanta, alla Versilia e alla Toscana questa grande opportunità di centralità rispetto al panorama contemporaneo internazionale”.

No comments

*