Custodivano in casa arsenale da guerra: padre e figlio arrestati

0

PISA – Due uomini di 80 e 50 anni, rispettivamente padre e figlio, sono stati tratti in arresto dai Carabinieri di Chianni con l’accusa di detenzione illegale di armi da guerra.
La particolare situazione dei due, entrambi titolari di un permesso di porto d’armi per uso caccia, è stata accertata dai Carabinieri della locale Stazione, in questi giorni impegnati nel controllo del possesso dei requisiti pervisti da parte dei numerosi cacciatori del territorio, in particolare a seguito delle modifiche introdotte dalla recente normativa. Presso l’abitazione dei due uomini, il più giovane dei quali è residente a Casciana Terme , i Carabinieri di Chianni hanno recuperato un vero e proprio arsenale, tra armi da guerra, parti di esse, munizionamento bellico e materiale esplodente. Tra quest’ultimo anche una bomba a mano ancora in perfetto stato di conservazione, ma estremamente pericolosa, che ha richiesto l’immediato intervento sul posto degli artificieri per il suo disinnesco.
I due uomini hanno confessato ai Carabinieri di nutrire un smodata passione per le armi da guerra e di aver raccolto tutto quel materiale, senza pensare di far nulla di male, nel corso degli anni, acquistandolo da varie persone, alcuni oggetti anche a caro prezzo.
Ai due uomini sono state cautelativamente ritirate anche le armi da caccia ed è verosimile che per colpa della loro passione per le armi da guerra dovranno trascurare per un po’ anche quella per l’attività venatoria.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: