Dal 30 agosto al 2 settembre la Festa del Fatto Quotidiano torna al Parco La Versiliana

Marina di Pietrasanta – La festa, che ogni anno richiama migliaia di persone in Versilia, si aprirà giovedì 30 agosto alle ore 21:00 con un’intervista a Carlo Verdone condotta da Marco Travaglio e Alessandro Ferrucci.

Venerdì 31 agosto alle ore 21:00 ospite d’eccezione Max Gazzè in concerto con l’Alchemaya Simphony Orchestra, la sua nuova tournée sinfonica che viaggerà nelle più affascinanti location all’aperto d’Italia. E ancora sabato 1 settembre alle ore 21.00 “Salvimaio”, il nuovo spettacolo di e con Andrea Scanzi. A chiudere la festa domenica 2 settembre, Marco Travaglio con “Dacci oggi il nostro Fatto Quotidiano”.

Nei dibattiti sull’attualità interverranno i protagonisti della politica, dei media e della giustizia. Il direttore de ilfattoquotidiano.it, Peter Gomez, porta alla Versiliana il suo format televisivo di successo “La Confessione”, realizzato da Loft Produzioni e in onda sul NOVE (gruppo Discovery). A confessarsi saranno il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti (31 agosto), l’aspirante segretario del Pd e governatore del Lazio Nicola Zingaretti (31 agosto) e il vicepremier Luigi di Maio (2 settembre), con Alessandro Di Battista in collegamento video dal Guatemala. Un altro dei format di Loft più apprezzati è “Belve” che arriva alla Versiliana con la sua autrice, Francesca Fagnani, che intervisterà il giornalista e scrittore Massimo Fini domenica 2.

Un’altra esponente del governo, il viceministro all’Economia Laura Castelli (M5S), discuterà di lavoro e legge di Bilancio venerdì 31 con Maurizio Landini (Cgil), Massimo Mallegni (Forza Italia), Stefano Feltri (vicedirettore Il Fatto Quotidiano) nel dibattito condotto da Salvatore Cannavò (vicedirettore Il Fatto Quotidiano). Alle 18.30 si parla di “tv del cambiamento”, con Luca Sommi che si confronterà con Bianca Berlinguer (Rai3), Laura Carafoli (Discovery), Paolo Del Debbio (Mediaset) e Giovanni Floris (La7). Di informazione si discute anche domenica 2 settembre, con Paola Zanca che si confronta con Milena Gabanelli ed Enrico Mentana.

Il primo settembre si parlerà di autostrade e del disastro di Genova, con l’inviato del Fatto Antonio Massari che si confronterà con tre grandi esperti del settore che collaborano con il Fatto Quotidiano: i professori Marco Ponti, Giorgio Ragazzi e Ugo Arrigo che dalle colonne del giornale da anni denunciano, finora inascoltati, i favori della politica ai concessionari autostradali.

Si discuterà anche di “vero e falso cambiamento” con il fondatore del Fatto Antonio Padellaro e l’ex direttore del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli, sollecitati dalle domande di Silvia Truzzi. Mentre Antonello Caporale si avventurerà “alla ricerca della sinistra perduta” con Anna Falcone (LeU), Paola Natalicchio (già sindaco di Molfetta e consigliere comunale di Sinistra Italiana), Giuseppe Provenzano (Pd) e con lo storico dell’arte Tomaso Montanari.

Tra le nuove iniziative di successo del Fatto ci sono il mensile Millennium e la casa editrice Paper First. Alle 17 del primo settembre Claudia Rossi, nello spazio Millennium, discuterà di “frammenti di un discorso amoroso al tempo dei social” con Ester Viola, avvocato e scrittrice, e con il conduttore Diego Passoni. Mentre alle 18.30, prendendo spunto dal libro Paper First “La Repubblica delle stragi”, Mario Portanova parlerà di Mafia, Stato e trattativa con Salvatore Borsellino, Marco Lillo (vicedirettore del Fatto e responsabile di Paper First) e con l’avvocato Fabio Repici. Di complicità politiche e mandanti occulti si parlerà anche nel dibattito “Moro: quando lo Stato non trattava”: Fabrizio D’Esposito ne discuterà con Miguel Gotor che sul Fatto ha ricostruito in una serie di articoli il sequestro Moro, con Ettore Boffano (già vicedirettore del Fatto) e con il magistrato Gian Carlo Caselli. Dal passato al presente dei rapporti tra politica e giustizia con il procuratore capo di Reggio Calabria Nicola Gratteri che, sempre domenica, risponderà alle domande di Gianni Barbacetto e Maddalena Oliva (vicedirettore del Fatto).

Domenica pomeriggio alle 14.30 ci sarà infine un incontro riservato ai “soci di Fatto”, gli abbonati più fedeli al giornale, che potranno confrontarsi direttamente con i vertici del gruppo editoriale: il presidente e amministratore delegato Cinzia Monteverdi, il fondatore Antonio Padellaro, il direttore de ilfattoquotidiano.it Peter Gomez, il direttore del Fatto Marco Travaglio e il vicedirettore Marco Lillo.

“Questa edizione cade alla vigilia di un importante sviluppo imprenditoriale come quello della quotazione in Borsa”, dichiara Cinzia Monteverdi. L’amministratore delegato ricorda il lungo percorso dell’azienda: “A questa festa, giunta alla nona edizione, portiamo il manifesto di tutti i nostri marchi e di tutte le nostre produzioni sulla linea della diversificazione industriale. Nove anni fa nasceva un giornale e a Pietrasanta un anno dopo si festeggiava il suo primo compleanno. Oggi nello stesso posto presentiamo la crescita di un’impresa”.