Dal canale Burlamacca affiora arredamento

VIAREGGIO – Nel tardo pomeriggio di ieri sono giunte alla sala operativa della Capitaneria di porto di Viareggio varie segnalazioni di rifiuti galleggianti lungo il Canale Burlamacca, materiali trasportati rapidamente dalla corrente da monte verso mare.

I militari sono prontamente intervenuti sul posto, sia via terra che attraverso la motovedetta SAR CP 813, per ridurre i danni all’ambiente marino e scongiurare potenziali pericoli alla sicurezza della navigazione lungo il Canale Burlamacca e negli adiacenti specchi acquei portuali.

Con notevole difficoltà, i militari sono riusciti a recuperare i vari pezzi galleggianti, alcuni anche ingombranti, in particolare all’altezza delle porte Vinciane e sulle banchine prospicienti il Museo della Marineria e la passerella pedonale della passeggiata.

Alla fine dell’insolita “pesca”, con grossa sorpresa dei passanti incuriositi e degli stessi militari, è stato ricomposto a ciglio banchina l’arredamento completo di un monolocale: sono stati infatti accatastati pannelli di legno e plastica di varie metrature, parti di mobili da cucina e da camera, cassetti e tavolini di varie dimensioni, sedie, cuscini, porzioni di un divano e lettini da giardino.

Con la collaborazione di Sea Ambiente i rifiuti sono stati prontamente ed adeguatamente smaltiti.

Personale della Guardia Costiera ha provveduto questa mattina ad effettuare ulteriori sopralluoghi, specialmente in mare, per verificare la presenza di altri rifiuti; inoltre, sono in corso accertamenti per risalire agli eventuali responsabili, anche con l’utilizzo delle telecamere di sorveglianza presenti ormai lungo tutto il Canale Burlamacca ed in altre aree portuali.