Decapita i piccioni e li lancia nelle auto: 33enne del Togo denunciato

FIRENZE -E’ stato bloccato, e denunciato per crudeltà verso gli animali, dai vigili urbani l’uomo, un 33enne del Togo, che, immobile in mezzo alla strada, gettava pezzi di piccioni, da lui stesso catturati e uccisi, dentro le auto in transito con i finestrini aperti. Segnalato alla polizia municipale, l’uomo è stato avvistato nell’isola pedonale, al centro del viale Fratelli Rosselli, mentre teneva in una mano un sacchetto di plastica con briciole di pane e nell’altra carcasse di piccione morto. In pratica utilizzava il pane come esca per attirare i volatili e quando si avvicinavano li afferrava per il collo e, con una sorta di tronchesi (trovate nel sacchetto con attaccate diverse piume), li uccideva decapitandoli. Poi li faceva a pezzi e li gettava nei veicoli in transito. Da capire, ancora i motivi del gesto.