Del Ghingaro scrive al Commissario Stelo e gli ricorda le scadenze: “Viareggio è una città impegnativa”

1

VIAREGGIO – Come annunciato l’altra sera all’Eden ( LEGGI ANCHE: Del Ghingaro fa il pienone: “Non sarà una sentenza a …  ), Giorgio Del Ghingaro ha preso carta e penna e ha scritto una lettera al Commissario Prefettizio Fabrizio Stelo:

“Egr. Commissario,

intanto mi consenta di augurarle buon lavoro.

Viareggio è una città impegnativa, che ha bisogno di cura e di attenzione, non solo amministrativa. In questo anno, ci siamo impegnati per cercare di risollevare le sorti di un Comune che veniva da due commissariamenti e un dissesto di centinaia di milioni. Quello che è stato fatto, se non portato a conclusione con alcuni atti amministrativi finali, rischierebbe di non ottenere i risultati sperati e la città non troverebbe giovamento dalla cura di cavallo alla quale è stata sottoposta. Mi permetto di segnalarle alcune questioni, affinché, se lo riterrà opportuno, dopo l’ovvio approfondimento, possa portarle a conclusione, considerato che sono da tempo programmate e definite, nell’unico ed esclusivo interesse della città. La invito di considerare queste mie parole frutto di un lavoro collettivo, per la messa in salvaguardia di Viareggio e dei suoi cittadini, per non far pagare un prezzo ancora più alto a chi tanto ha già dato in questi anni. Io voglio bene a questa città, sono stato eletto perché mi mettessi a disposizione per darle una mano. L’ho fatto con grande passione in questi tredici mesi trascorsi da sindaco e lo continuerò a fare con il ruolo di semplice cittadino, che lavora seriamente per la cosa pubblica. Non legga in questa mia, motivi di rivendica, o un modo per interferire nel suo prezioso lavoro, le garantisco che mi sono permesso di scriverle solo perché, prima di lei, ho avuto modo di approfondire e studiare le tante questioni che oggi lei si trova ad affrontare e magari, il mio punto di vista le potrà servire per accelerare la messa in atto di provvedimenti che lei riterrà opportuni. Le allego alcune brevi note, che contengono solo una parte delle innumerevoli situazioni che mi sono trovato di fronte. Nel salutarla e ringraziarla per l’attenzione che vorrà porre a queste mie righe, le invio anche la totale mia disponibilità, della giunta, dei consiglieri, dei rappresentanti delle partecipate, a collaborare, nei modi e nei tempi che lei riterrà opportuni, per la buona riuscita del progetto di messa in salvaguardia dei conti, dei posti di lavoro, della dignità di Viareggio”.

Queste le note inviate al Commissario:

ADEMPIMENTI CONTABILI/DISSESTO

ENTRO IL 31 LUGLIO:  salvaguardia degli equilibri di bilancio.

ENTRO IL 10 AGOSTO: adesione alla procedura semplificata. L’OSL, con delibera dell’11 luglio 2016 ha approvato la richiesta al Comune di adesione alla procedura semplificata, avendo determinato la massa passiva: ora l’ente ha 30 giorni di tempo per aderire o meno con l’individuazione delle  risorse finanziarie per pagare il 50% dei crediti.

ENTRO IL 16 AGOSTO: ratifica la variazione di bilancio, che prevede, tra l’altro i soldi per Carnevale ed il Pucciniano.

DIPENDENTI DELLA VIAREGGIO PATRIMONIO RIASSORBIMENTO

63 DIPENDENTI DELLA VP FALLITA E 7 DEL PRINCIPINO

solo 33 sono a posto: quelli in  I Care, per i rimanenti, la situazione è la seguente:

7 andati a Mover (4 per l’ex sit e 3 vigilesse per la gestione della riscossione delle multe degli addetti alla sosta e dei vigili). Per questi è necessario ed indispensabile approvare e firmare con Mover le convenzioni (già pronte sul tavolo del Segretario) necessariamente entro il 30 settembre come siglato, in sede protetta, con i sindacati. Diversamente, in assenza di queste la Mover ha titolo per licenziarli;

4 (ex addetti al calore): riprendere i contatti con il Comune di Fabbriche di Vergemoli già pronto, per la data del 20 luglio, a portare in approvazione al Consiglio Comunale la cessione di una quota posseduta nella Società Sevas. In seguito a questo, deliberare l’acquisto di quella quota, per consentire il passaggio dei dipendenti e del know how dalla Viareggio Patrimonio alla società Sevas. Sul punto, il Curatore è informato ed ha già espresso, avendo sentito il Giudice, il suo assenso. Il trasferimento dei dipendenti era già stato concordato con la società Sevas a decorrere dal 1 settembre, massimo 1 ottobre e con rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Anche su questo esiste agli atti un accordo sindacale, siglato anch’esso in sede protetta con i Sindacati, nelle mani del Segretario.

per 19 sono stati firmati gli accordi con SEA AMBIENTE E SEA RISORSE (nonostante quest’ultima non sia soggetta al controllo analogo e, quindi, avrebbe potuto esimersi dal riassorbimento) per la loro assunzione, prima a tempo determinato (nel periodo estivo due unità al mese) e poi dal 15 ottobre a tempo indeterminato, come da accordo firmato in sede protetta, nelle mani del segretario. Per due dipendenti, la cui assunzione è prevista entro il termine del 31 gennaio 2017, andrà approvato, entro il 31 dicembre, il piano finanziario 2017. Le assunzioni a tempo determinato dovevano già essere in corso.

Per i 7 del Principino il Comune ha firmato accordi di inserimento di clausole sociale nei vari bandi pubblicati, relativi ad esternalizzazione di servizi (uno già pubblicato, riguarda l’imposta di pubblicità). Occorre procedere alla pubblicazione del bando per l’esternalizzazione del servizio di pulizie. Gli atti, per questo bando, sono già pronti e sono nelle mani del ragioniere: va inserita la stessa clausola, come previsto in un altro accordo siglato in sede protetta, anch’esso nella mani del Segretario.

ENTRO IL 15 AGOSTO: essendo già stato siglato il contratto decentrato relativo ai dipendenti dell’Ente, dare avvio all’individuazione delle posizioni organizzative, all’individuazione dei soggetti cui andranno le c.d. piccole responsabilità, all’erogazione della produttività ed agli scivolamenti di categoria.

ENTRO IL 10 AGOSTO al più tardi: firmare il contratto di servizio concernente la gestione dell’emergenza abitativa, trasferita, come funzione, dalla Viareggio Patrimonio alla Società in house I Care;

IMPIANTI SPORTIVI

In merito agli impianti sportivi va, operata la seguente distinzione:

  1. i seguenti: Stadio dei Pini; Stadio Ferracci; Centro Sportivo Vasco Zappelli; Palestra Dorando Petri; Centro Sportivo ex campo di Aviazione; Campo Sportivo Migliarina; Bocciodromo Migliarina di proprietà del Comune, essendo stata la gestione ripresa dalla Viareggio Patrimonio, pubblicare i bandi (già pronti nelle mani del Segretario e del Dirigente Allegretti), al fine di organizzare affidamenti anche trentennali con oneri a scalare a seconda dell’importo degli interventi di rimessa a norma proposti.
  2. i seguenti: Centro Sportivo Marco Polo; Piscina Comunale; Campo scuola del Chiaro e Palasport sono stati, conferiti in proprietà a favore di Viareggio Patrimonio.

Salva l’utilità di studiare un concordato fallimentare per potersi riappropriare della proprietà degli stessi con nessun onere a carico dell’Ente (mediante una compensazione debiti-crediti Viareggio Patrimonio- Comune); medio tempore, è urgente procedere alla stipula dei contratti di comodato con la Viareggio Patrimonio, al fine di poter bandire le gare di affidamento sino alla data del 31.12.2018 (data già concordata con la Curatela) . Contratti di comodato già pronti e già approvati dal Giudice del Fallimento.

LEGALITA’

  • L’ordinanza di sgombero del campo rom può essere eseguita;
  • Possono essere portate ad esecuzione le ordinanze di sgombero degli immobili occupati abusivamente (atti pronti nelle mani del Ragioniere, quale soggetto competente anche per la gestione del patrimonio immobiliare);
  • Possono essere escusse le fideiussioni dei titolari delle concessioni in passeggiata, in Viale Europa ed a Torre del Lago che non sono in regola con i versamenti, scongiurando ipotesi di danno erariale.

GESTIONE DELLE ENTRATE

– Può essere adottato il regolamento urbanistico, la cui mancata predisposizione e relativa adozione, rischia di comportare gravi danni erariali per mancati incassi derivanti dalla riscossione degli oneri di urbanizzazione;

– E’ opportuno sovraintendere al rapporto con ANCI innovazione (di questo è informato il Dott. Cava, che ha sempre lavorato a stretto contatto con l’assessorato competente) in quanto, essendo emersi incassi inferiori a titolo di TARI e IMU, è necessario impostare tutta l’attività di recupero evasione con corretto coinvolgimento dei rappresentanti delle categorie, dei Commercialisti, per evitare che si arrivi a fine anno e manchi il corrispettivo economico per I care, con rischio grave sia per le casse del Comune che per il lavoratori ri-assorbiti dalla Viareggio Patrimonio.

– E’ opportuno gestire la riassunzione dei contenziosi pendenti – interrotti dalla sentenza di fallimento –

FALLIMENTO VIAREGGIO PATRIMONIO

Essendo di questi giorni la chiusura dell’inventario da parte della Curatela, il Curatore ha due mesi di tempo per predisporre il programma di liquidazione di beni di proprietà del Fallimento, tra cui, si ricordano, il Principino, la Piscina, il Palazzetto.. e si ritorna all’ipotesi concordato, per evitare di perdere beni di grande rilevanza per la città.

Si evidenzia, poi, che erano in atti accordi per la gestione dell’emergenza abitativa sugli immobili di proprietà della Viareggio Patrimonio, in una sorta di service che si sarebbe incaricato di  svolgere da parte di I Care, dietro compenso: per evitare trattamenti differenti, in una tematica così delicata.

 

1 comment

Post a new comment