Dissesto, l’appello di Confesercenti per scrivere il futuro di Viareggio

0

VIAREGGIO – “La presentazione della delibera sul dissesto finanziario è purtroppo solo l’ultimo atto di un percorso drammatico intrapreso dalla città di Viareggio e dal suo tessuto economico. Come associazione ci sentiamo in dovere di lanciare un appello affinché si mettano da parte le divisioni, e si pensi seriamente al futuro dei cittadini e delle imprese”. E’ Esmeralda Giampaoli, presidente della Confesercenti Versilia, ad esprimere il parere dell’associazione a poche ore del passaggio consiliare sul dissesto, passaggio che arriva anche dopo le ultime dimissioni del vicesindaco Romanini. “Serve un’assunzione di responsabilità  – affermano in una nota i vertici locali di Confesercenti – da parte di tutti gli attori istituzionali e politici coinvolti. Il tessuto economico viareggino, per la maggior parte legato al commercio e al turismo, esce piagato dalla stagione più penalizzante dal secondo dopoguerra ad oggi; dalle condizioni meteo avverse ai divieti di balneazione, dalle difficoltà del Pucciniano fino al commissariamento del Carnevale con l’annuncio di un’edizione 2015 in regime di austerità. Questa è la realtà quotidiana che vivono cittadini e imprese. Per questo i vertici Confesercenti chiedono a tutte le forze istituzionali e politiche locali un segnale forte che vada oltre i semplici proclami, ma che conduca, pur con le difficoltà gestionali e di bilancio che attraversa il Comune, ad atti amministrativi concreti finalizzati a dare un’inversione di tendenza a favore delle imprese e della città”. “Esortiamo quindi la giunta – conclude il Responsabile Area Versilia Simone Romoli – a compiere scelte politiche e programmatiche coraggiose, anche estreme, che vadano nell’interesse esclusivo della città e del suo patrimonio imprenditoriale”.

 

No comments