Droga e soldi nelle cuciture dei giubbini, tre in manette

FIRENZE – Droga e soldi nascosti e cuciti dentro i giubbini: la scoperta è stata fatta ieri mattina dalla polizia che nel corso di un’operazione antidroga ha sequestrato hashish ed eroina in un fondo nel centro storico.

In manette, con l’accusa di  detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è finito un cittadino tunisino di 27 anni arrestato dagli uomini del Commissariato San Giovanni diretto dal Dr. Giuseppe Solimene. Quando è stato fermato in via dei Macci per un controllo l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, ha attirato l’attenzione di “Amper”, uno dei cani antidroga della polizia fiorentina; addosso aveva qualche centinaio di euro in moneta cartacea di piccolo taglio. Gli operatori sono voluti andare a fondo nella vicenda: le unità cinofile antidroga riescono a fiutare anche le cose che potenzialmente sono state a contatto con sostanze stupefacenti, come ad esempio le banconote. Gli agenti del Commissariato hanno così controllato un fondo della zona utilizzato come dimora dal cittadino magrebino, trovando, nascosti in un giubbino, 40 grammi di hashish ripartiti in 9 involucri. L’infallibile fiuto del “poliziotto a quattro zampe” ha inoltre permesso di scovare quasi 500 euro – in pezzi da 50, 20 e 10 – cuciti all’interno di un altro giubbino insieme a 30 grammi di eroina divisa in 13 parti. Rinvenuta anche della sostanza da taglio.

Nel pomeriggio, ai giardini della Fortezza, una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Toscana ha invece arrestato un cittadino senegalese di 21 anni trovato in possesso, durante un controllo, di 22 grammi di hashish e di quasi 4 di marijuana. Sul suo telefonino gli agenti hanno scoperto una serie di messaggi con i quali il pusher avrebbe preso degli appuntamenti in zona con i suoi potenziali acquirenti. La notte scorsa, intorno alle 1.40 in zona Santa Croce, la volante ha infine sorpreso un 40enne marocchino a vendere una dose di hashish ad un ragazzo italiano dopo aver rubato poco prima uno smartphone ad una giovane in via dei Benci. La vittima ha allertato la pattuglia di zona appena si è accorta che lo straniero le aveva abilmente sfilato il cellulare dalla tasca mentre era impegnata a portare il cane a spasso. Descrizioni del ladro alla mano gli agenti si sono subito messi sulle sue tracce, trovandolo non molto lontano a vendere del “fumo” ad un suo cliente. Durante il controllo, oltre alla dose di droga appena venduta e ai soldi della cessione, è saltato fuori anche il bottino del colpo che il cittadino magrebino aveva nascosto sotto i pantaloni. L’uomo è stato arrestato per spaccio e furto aggravato.

Lascia un commento