Ultime News

È vero: a breve a Pistoia un Museo della Bugia


0

PISTOIA (di Marta Del Nero) – Il “Museo della Bugia” è in arrivo a Pistoia nella frazione collinare di Le Piastre, celebre location del noto campionato italiano che, da mezzo secolo, vede i “pinocchi” di tutta la penisola gareggiare a suon di frottole.

A darne notizia è stato il Magnifico rettore dell’Accademia della Bugia, Emanuele Begliomini, nel corso di un’iniziativa per la celebrazione del 50esimo del campionato, svoltasi nella mattinata di sabato presso la sala ufficio del Comune di Pistoia.

“La scommessa più importante-  spiega Begliomini- è quella di aprire a Le Piastre, nei locali dell’ex albergo Margherita, il primo ed unico Museo della Bugia. Lo sforzo, anche economico – aggiunge il rettore – è ingente ed attendiamo fiduciosi l’esito del bando volontariato e cultura della Fondazione Cassa di Risparmio al quale abbiamo partecipato.”

Begliomini prosegue, dunque, ricordando gli eventi collaterali che si alterneranno nel corso di “50 anni di Bugia”, festa organizzata da Pro Loco Alta Valle del Reno e Accademia, finalizzate ad aprire l’annata di festeggiamenti, degni predecessori, peraltro di un 2017 ricco di avvenimenti, in cui Pistoia si renderà ‘ capitale italiana della cultura’. Meritano menzione, a tal proposito, lo spettacolo in programma il primo aprile (“e non è un pesce”) al Piccolo Teatro Bolognini di Pistoia e le attività internazionali promosse dal gemellaggio “con i cugini di Moncrabeau, in Francia”, anch’essi pronti a schierare nel proprio campionato i bugiardi più incalliti.

“Quest’anno – ha aggiunto il rettore- rafforzeremo zip legami gemellandoci anche con Namur, cittadina belga che organizza un proprio campionato bugiardo- e accoglieremo i nostri gemelli europei a Le Piastre per i festeggiamenti del nostro cinquantesimo. Poi ricambieremo le visite partecipando ai loro campionati. E speriamo di vincere nel nome della fantasia e della Bugia.”

Tra le altre iniziative previste si annoverano, infine, il “catalogo bugiardo” attraverso cui si faranno conoscere la tradizione e il territorio piastrese, e il film-sorpresa, opera del regista piastro-londinese, Marco Della Fonte.

Se, in conclusione, gambe corte e nasi lunghi sono i benvenuti, è Begliomini a prenderne ironicamente le distanze:“E il bello è che non ho detto nessuna bugia: è tutto vero”, rassicurando, così, l’auditorio sulla bontà e la veridicità delle proprie affermazioni.

No comments