“1993 Ritorno al Futuro, ma non è cambiato nulla!”

0
VIAREGGIO – Era il 1993 quando i cittadini votarono il referendum popolare che abolì il finanziamento pubblico ai partiti. “Una svolta storica, si pensò, invece l’inganno era come al solito tra le virgole e la Legge fu sostituita in “Rimborso elettorale” a dispetto del voto popolare uscito democraticamente dalle urne”, si legge nella nota del Movimento Cinque Stelle che pubblichiamo integralmente: Sono passati nientemeno che 22 anni e i partiti non hanno mai rispettato il risultato di quel referendum, intascando centinaia di milioni di euro di denaro pubblico, cioè nostro, delle nostre tasse, dei nostri contributi, dei nostri sacrifici, in barba ad ogni rispetto costituzionale referendario. E’ con immenso orgoglio che il MoVimento 5 Stelle oggi può dichiararsi l’unica espressione politica che rispetta il volere dei propri concittadini, rinunciando unilateralmente a qualsiasi rimborso, senza nessuna Legge che regoli questa materia. Invitiamo tutti a soffermarsi su questi fatti che sembrano piccoli dettagli, ma sono grandi dimostrazioni di rispetto nei confronti di un volontà popolare. Ogni giorno assistiamo a situazioni politiche imbarazzanti: spese ambigue, sprechi ingiustificati, voto di scambio, promesse di appalti o lavori, vantaggi economici personali, fondazioni che diventano bacini di clientela politica e profitti illeciti che vanno oltre il semplice rimborso elettorale, beneficiari come sempre tutti i rappresentanti dei partiti tradizionali da destra a sinistra. Tutto ciò avviene a livello nazionale e dovrebbe far riflettere attentamente ogni cittadino sveglio e attento su chi sta dalla sua parte, su chi può difendere i suoi interessi. Anche sul nostro territorio il MoVimento 5 Stelle sta dimostrando che si può far politica con poche risorse, grazie al contributo personale dei propri simpatizzanti, con passione, partecipazione e soprattutto onestà. Questo può essere il vero “pericolo” per la “solita” politica!”.

No comments

*