“A Viareggio non esiste più una stagione da destagionalizzare”

0

VIAREGGIO – “In questi giorni di precampagna elettorale davvero se ne sentono di tutti i colori e tipologie, proprio come alla fiera”. La nota stampa che pubblichiamo integrale è di Maurizio Rosellini, del Pli:

I Liberali per Viareggio sono convinti che il turismo e le attività portuali possano essere l’unico volano per una ripresa che anche in Italia è ancora tutta da ritrovare. Ma sentire qualcuno che parla di destagionalizzazione ci costringe ad intervenire. A Viareggio non c’è più una stagione che  consenta di destagionalizzare. Sono settimane che chi aveva prenotato per Pasqua e Pasquetta ha disdetto rivolgendosi a Camaiore visto che lì non c’è tassa di soggiorno. Per cui, almeno per quanto riguarda il comune capoluogo, parlare di destagionalizzazione significa non aver assolutamente idea di come si stiano muovendo i flussi turistici qui da noi. Per questo noi Liberali chiediamo con forza che il sindaco che verrà istituisca l’assessorato al turismo, cultura e sport: e venga istituito un tavolo permanente che promuova, organizzi e programmi le attività almeno per un triennio, in modo da dare gambe a questo settore. Ciò non ci stupisce perchè chi non è viareggino o almeno versiliese può anche dirci che gli asini volano.  Tocca a noi non farci più prendere per il naso e cercare con la concretezza imposta dal Mef cercare nuove strategie ed opportunità, sia per i giovani, che per gli over 50 disoccupati, in cassa integrazione e inoccupati. Le prospettive per Viareggio di qui a 5 anni son tutto meno che rosee e se anche vogliamo essere costruttori di un possibile futuro, vogliamo anche essere coerenti e concreti.  A Viareggio è già stato fatto tanto male, ora basta.  Le prese in giro andatele a fare da un’altra parte”.

No comments

*