Alessandro Santini: “L’equità sociale inizia dai più piccoli”

0
VIAREGGIO – “Non possiamo permettere al dissesto finanziario di distruggere il futuro della nostra comunità”: si riferisce ai più giovani, bambini e ragazzi di Viareggio e Torre del Lago Puccini, Alessandro Santini, candidato sindaco per il partito di Forza Italia alle amministrative del prossimo 31 maggio. “La questione economica è cruciale – aggiunge Santini – ma la cura dei nostri bambini e ragazzi, delle opportunità che una città può offrire a loro e alle loro famiglie, lo è altrettanto”.
Viareggio e Torre del Lago Puccini, rialziamoci anche con lo sport.
Emblematica la situazione del PalaBarsacchi, dove quotidianamente giovani e giovanissimi praticano attività sportiva e che oggi è a rischio chiusura: “Questa struttura, come tutti gli impianti sportivi cittadini, non sono solo ‘campi da gioco’ ma luoghi di aggregazione, ‘palestre di vita’ come li ha giustamente definiti il presidente del Cgc Viareggio, Alessandro Palagi. Perché lo sport è questo ed è dovere di un sindaco offrire anche ai suoi cittadini più giovani tutto quello di cui hanno bisogno per crescere bene”.
Rialziamoci per chi rappresenta il futuro della nostra terra.
Un discorso che non può non toccare anche i servizi all’infanzia: “Il dissesto impone che il costo dei servizi a domanda individuale, come mense scolastiche, scuolabus e asili nido, sia coperto con proventi tariffari. Significa che i cittadini devono farsi carico di costi molto elevati, per usufruirne. Ecco perché diventa imprescindibile la questione del controllo: abbiamo un margine stretto, per questo agevolazioni e riduzioni devono andare a chi ne ha veramente bisogno e quindi diritto”. Il sistema è semplice: “Basta un controllo vero, rigoroso – conclude Santini – che potrà essere agevolato dalla presenza dell’organo liquidatore e dalla collaborazione con la Guardia di Finanza: l’equità sociale deve iniziare da qui, basta speculare sulla pelle dei più piccoli”.

No comments

*