Amministrative 2015, Massimiliano Baldini ai raggi X: “La parola d’ordine è legalità”

0

VIAREGGIO – Massimiliano Baldini, viareggino, 48 anni, laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Pisa, è avvocato cassazionista ed esercita la libera professione sin dal 1993. Politicamente impegnato sin dall’inizio degli anni duemila, nel 2013 è stato eletto in Consiglio Comunale dove ha svolto il ruolo di Capogruppo del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini, ricoprendo altresì, in rappresentanza delle forze di minoranza, il ruolo di Vice-Presidente della Commissione Commercio, Porto ed Attività Produttive. In vista delle elezioni del 31 maggio 2015 è riuscito a mettere insieme dietro alla sua candidatura una importante coalizione dell’area moderata formata da Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini, Per Torre del Lago Puccini, Lega Nord Toscana, Partito Liberale Italiano, Fratelli d’Italia, Partito Repubblicano Italiano, ai quali a breve potrebbero unirsi altre forze. Una coalizione a forte connotazione civica quindi, ma che ha saputo attrarre anche l’interesse di due partiti di “rottura” come Fratelli d’Italia e Lega Nord.

Dopo il buon risultato del 2013, con il 5,72% di consensi alla prima apparizione con la sola lista civica, cosa la spinge a ricandidarsi?

Mi spinge un forte senso di attaccamento e appartenenza alla città, soprattutto ora che Viareggio è in difficoltà stante lo stato di dissesto in cui ci troviamo, e un senso di responsabilità condiviso e sentito da tutte le forze che mi appoggiano.

Ad eccezione di Forza Italia, in generale l’area moderata appoggia la sua candidatura, mentre altre realtà più di centro potrebbero unirsi a breve nella coalizione, un buon risultato.

A livello personale non posso che essere soddisfatto della fiducia che queste forze nutrono nella mia persona, ma alla base c’è un progetto di rinnovamento serio e condiviso; sicuramente l’augurio è che anche ciò che rimane dell’area moderata possa decidere di appoggiarmi ufficialmente, e sono anche fiducioso sul fatto che in parte questo possa accadere. Forza Italia? E’ un grande partito che opera le sue scelte in autonomia, scelte che non posso non rispettare.

Perché i cittadini di Viareggio e Torre del Lago dovrebbero votarla?

Innanzi tutto perché sono tra quei pochi che hanno fatto opposizione continua alle ultime tre Amministrazioni: Marcucci, Lunardini e Betti; in secondo luogo perché la mia candidatura ha una forte connotazione civica che nasce dall’incontro di due liste, il Movimento Cittadini e la Per Torre del Lago Puccini, e la nostra proposta è trasversale e si rivolge a tutti i cittadini di Viareggio e Torre del Lago, nessuno escluso.

Quali sono i punti forti della sua campagna elettorale?

Abbiamo fatto una scelta di fondo su principi quali legalità, buona amministrazione e rinnovamento della classe dirigente attraverso un forte ricambio dei candidati rispetto a chi ha governato in precedenza (infatti nelle liste di Baldini non ci saranno candidati che abbiano già ricoperto il ruolo di consiglieri comunali di maggioranza o di assessore/sindaco, ndr).

Il programma elettorale in pillole:

Partendo dal presupposto che la nuova giunta sarà eletta a ridosso dell’estate i primi passi saranno legati alla riorganizzazione della Polizia Municipale, al decoro cittadino e alla concertazione di un calendario unico di eventi per la Versilia. Ovviamente intendiamo mettere mano alle partecipate, simbolo del dissesto viareggino, sciogliendo quelle inutili e valutando le altre, questo in attesa che venga approvata la legge nazionale che permetterà ai comuni di commissariarle. Anche la macchina comunale necessità di una rivisitazione, cosa che riteniamo fondamentale, come sottolineato anche dal MEF: metteremo subito mano alla macrostruttura per renderla più efficace e dalla parte del cittadino e delle imprese.

Per quanto riguarda la sicurezza intendiamo proseguire l’ottimo lavoro del Commissario Straordinario, che approfitto per ringraziare, ma non sottovalutiamo nemmeno lo sport cittadino che vogliamo riportare al centro dell’azione amministrativa anche per la sua capacità di coniugarsi con il comparto turistico-ricettivo, e questo si può ottenere attraverso maggiore coesione tra società e l’apertura a investimenti privati per gli impianti. Carnevale e Pucciniano infine sono due fiori all’occhiello dell’offerta culturale della città, vanno promossi meglio e di più, ma sarà necessario al contempo adottare una politica di riduzione dei costi, mantenendo però l’appetibilità turistica e qualitativa.

E con il sociale come ha intenzione di rapportarsi?

Le nostre intenzioni sul sociale si possono riassumere nel motto “più legalità uguale più solidarietà”, siamo infatti convinti che riorganizzando il sistema sulla legalità riusciremo a fare chiarezza su molte situazioni, liberando spazi e risorse per chi realmente necessita, e aggiungo, nei limiti del rispetto della legge, che prima verranno gli italiani.

Qual è  l’aspettativa in vista del primo turno?

Sono convinto che la nostra coalizione abbia le carte in regola per poter arrivare al ballottaggio, è un auspicio verosimile e lavoriamo per questo, in caso di scenari diversi ci penseremo al momento.

No comments

*