Berlusconi a Pietrasanta, bagno di folla e l’invito a votare Mallegni

0

PIETRASANTA – “Hanno dimenticato a casa lo spadone con cui investo i missionari, altrimenti scenderei giù e batterei lo spadone con cui investo i missionari, altrimenti scenderei giù e batterei lo spadone sulla spalla destra di ognuno di voi, sulla sinistra non ce la farei, e vi nominerei missionari di democrazia e libertà per la vostra splendida città”.  Le parole sono quelle dell’ex premier Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, ieri a Tonfano, sul pontile, durante l’incontro elettorale a sostegno del candidato sindaco della Piccola Atene, Massimo Mallegni. Folla delle grandi occasioni, e applausi per il Cavaliere: ” “Bisogna subito essere certi – ha detto – che tutti i cittadini sappiano che domenica prossima è un imperativo categorico che vada a votare chi ha già votato per Massimo al primo turno, ma anche chi non ha votato”.

Silvio Berlusconi ha mantenuto la promessa, ed è tornato per sostenere il suo amico Massimo Mallegni, che ancora una volta ha voluto far chiarezza: se eletto farà il sindaco di Pietrasanta per i prossimi cinque anni: “Si sta insinuando che io abbandonerei la città per altri incarichi. Sinceramente non se ne può più. Io farò il Sindaco di Pietrasanta per i prossimi 5 anni e poi se mi rieleggeranno per ulteriori 5. Non so più come dirlo e scriverlo, è chiaro che gli attuali amministratori ed i loro amichetti, hanno sempre sperato che io non mi occupassi più di Pietrasanta. Mi spiace per loro, continuerò a farlo per molto e molto tempo ancora. Se mi fossero interessanti altri incarichi li avrei scelti. Consiglio ai miei avversari di dedicarsi ai problemi della gente negli ultimi pochi giorni di amministrazione che gli restano piuttosto che perdere tempo dedicandoli a me”.  “Come si sta in carcere?”, ha chiesto scherzando Silvio Berlusconi al candidato sindaco Massimo Mallegni. “Si mangia 3 volte al giorno” ha risposto sempre scherzando il candidato. “Io la prima sera ho chiesto alla guardia a che ora ci si alzava e lui mi ha risposto: quando vuoi, alle 8 passa la colazione. Se sei alzato mangi se no salti. E io mi sono alzato sempre un quarto d’ora prima”. Il ‘siparietto’ si è svolto al termine del comizio a Marina di Pietrasanta: Mallegni nel 2011 venne incarcerato, come misura preventiva, per un procedimento penale su un presunto illecito urbanistico, poi fu prosciolto.
“Avete la fortuna di avere un amministratore capace, uno che è stato anche provato nella vita personale in maniera assurda da certa magistratura. Ha subito molto – ha aggiunto Berlusconi – anche se di fronte a me è proprio un dilettante, io con 65 processi non temo nessuno”. “Ho ancora qualche influenza su alcune televisioni nazionali: sarà inflessibile con le tv su cui posso influire per dare risalto alla Versiliana”, questa una delle promesse di Silvio Berlusconi a Massimo Mallegni. Una promessa con il quale il leader di Forza Italia dice di voler far tornare la Versiliana, la manifestazione estiva di Marina di Pietrasanta, ai fasti di quando lo stesso Mallegni era sindaco, fino al 2010.. Poi Berlusconi ha detto di aver chiamato oggi al telefono la figlia Marina, “che è bravissima”, e di averle chiesto di riportare Mondadori a presentare le anteprime dei libri della casa editrice a Pietrasanta, come previsto in un accordo fatto sempre con Mallegni. “Anche questo l’amministrazione di sinistra negli ultimi 5 anni è riuscita a non portare avanti”, ha concluso il leader di Forza Italia: “Mondadori tornerà” ha detto rivolgendosi a Mallegni e ai cittadini presenti al comizio al pontile di Marina.

Un applauso, poi, da parte di Berlusconi, per Stefano Mugnai e Marco Stella, i consiglieri regionali eletti in Toscana per Forza Italia, ricordando che a loro il partito affida “il nostro verbo, che è un verbo di libertà”. Poco prima il candidato a sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni aveva invece invitato tutti i presenti ad applaudire Debora Bergamini, la deputata azzurra diventata leader del partito in Toscana al posto di Denis Verdini. Al termine del comizio Berlusconi, che era accompagnato da Francesca Pascale quindi è tornato all’aeroporto del Cinquale da dove è ripartito per Arcore.

Foto di Paolo Mazzei (Fotomania) e Andra Berti

No comments

*