Capriglia, Mallegni: “La frazione dimenticata”

0

PIETRASANTA – Capriglia, benvenuti nella frazione dimenticata, sedotta ed abbandonata dal “suo” sindaco. Nei vari incontri susseguitesi in questi cinque anni con i rappresentanti dell’amministrazione Lombardi, che a Capriglia abita, i residenti hanno ripetutamente evidenziato, in particolare all’attuale candidato a sindaco Rossano Forassiepi, le varie problematiche della frazione sollecitando interventi per la risoluzione e dando suggerimenti in tal senso. Purtroppo niente è cambiato. Capriglia è stata ed è dimenticata e abbandonata a se stessa come testimonia il fatto che ad oltrequaranta giorni di distanza dall’evento atmosferico che ha colpito il nostro territorio, e nonostante le numerose segnalazioni, in alcune zone del paesemanca ancora l’illuminazione pubblica e il parcheggio delle Piane è inutilizzabile perché ancora invaso dalle piante cadute.  

Cinque anni dopo, messa a confronto, la lista delle richieste è “più o meno la stessa” come denuncia Massimo Pancetti, candidato della lista “Pietrasanta prima di tutto” che sostiene Massimo Mallegni. Era previsto un centro civico in località “Le Piane” che ancora non è stato realizzato nonostante progetto e fondi disponibili, l’asfaltatura e l’illuminazione di Via della Fornace, la realizzazione della fognatura nel tratto di collegamento con la strada comunale delle abitazioni più a monte ed in Via della Chiesa, fino alla regolare pulizia dei bordi stradali di Via Capriglia che collega la frazione con il capoluogo, per passare al delicato tema della manutenzione dell’asilo dove mancano “porte antipanico” e la semplice messa a norma di sicurezza della struttura a cui oggi, nel frattempo, si è aggiunta l’assenza di acqua calda. Ed ancora il monitoraggio sulle emissioni elettromagnetiche delle antenne ed il controllo sui ripetitori che vengono continuamente installati e sono diventati ormai diverse decine. “Per Capriglia è stato fatto purtroppo veramente poco dall’amministrazione comunale come testimonia la mole di segnalazioni che abbiamo raccolto; – commenta Pancetti – nelle prossime settimane ci incontreremo con i residenti e cercheremo di delineare un piano di interventi prioritari e pianificare tutti gli altri che, se la lista “Pietrasanta prima di tutto” sarà eletta, proveremo a rispettare con trasparenza e lealtà”.

Tra i punti lamentati la presenza, da tre anni, dei blocchi di cemento per il contenimento della frana in località Casa Bianca che rappresentano un ostacolo e un pericolo per la circolazione viaria. Ma c’è anche l’esigenza di un parcheggio in Via della Chiesa dove esiste già un accordo con la proprietà dei terreni e la manutenzione del parco giochi oggetto di vandalismo, del campo da calcetto, dei sentieri comunali (vedi Mulattiera). Tra le esigenze manifestate anche la realizzazione di isole ecologiche per lo smaltimento differenziato dei rifiuti e la messa in sicurezza delle piante di alto fusto che si trovano in prossimità di strade, luoghi pubblici, cavi elettrici e telefonici da parte dei privati. “Per la posizione che occupa – lancia una proposta Pancetti – Capriglia dovrebbe diventare la terrazza panoramica di Pietrasanta. Questo è il sogno. Prima dobbiamo ripartire dalle piccole essenziali cose di tutti i giorni che rendono una città, o una frazione, come in questo caso, accogliente, vivibile, pulita”.

No comments

*