Confcommercio incontra i candidati: “Le nostre proposte per lo sviluppo compatibili con lo stato di dissesto del Comune

0

VIAREGGIO – In queste settimane Confcommercio Viareggio sta incontrando i candidati sindaco alle prossime elezioni, per porre in evidenza le priorità da affrontare a favore della categorie del commercio e del turismo.

Una serie di appuntamenti-precisa la nota dell’Associazione- che andrà avanti anche nei prossimi giorni, attraverso i quali il consiglio direttivo intende conoscere e far conoscere ai suoi associati i protagonisti dell’amministrazione che verrà e fissare gli elementi strategici inderogabili per il rilancio del mondo delle imprese cittadine.

A tutti i candidati infatti viene rilasciato un documento programmatico contenente alcuni punti fondamentali: si tratta delle tematiche più urgenti che coinvolgono il tessuto imprenditoriale della città e sulle quali è necessario avere risposte certe nell’ottica di una strategia complessiva di sostegno agli operatori economici.

E’ inevitabile che ogni strategia di sviluppo debba prendere le mosse dalla delibera 59/2014, che ha dichiarato il dissesto finanziario del Comune, ma non per questo ogni azione amministrativa può e deve rimanere paralizzata. Viareggio ha bisogno di scelte coraggiose per risollevarsi e provare a superare le difficoltà che l’hanno attanagliata negli ultimi anni.

Partendo dai principi cardine che devono guidare l’azione amministrativa, ovvero legalità, sicurezza e decoro, e dalla redazione di un piano delle fiunzioni che progetti uno sviluppo ordinato e funzionale della città, con un rapporto mirato tra componente commerciale ed urbanistica, è necessario innovare e rivedere tutti i principali atti normativi che coinvolgono le imprese.

Oltre alla abituale concertazione, viene rilanciata l’idea di un tavolo permanente tra assessore alle attività produttive e le associazioni di categoria in cui monitorare le problematiche relative al commercio ed al turismo, come il problematico rapporto tra affitti e concessioni o la strategia di promozione turistica della città, anche attraverso l’organizazione di eventi durante tutto l’anno.

Sono solo alcuni dei focus contenuti nel documento, tutti accomunati dal fatto di essere “a costo zero” e quindi pienamente applicabili e sostenibili per un’ammnistrazione alle prese con un dissesto di cui in ogni caso non si può non tener conto.

 

No comments

*