Da destra a sinistra, Alessandro Santini: “Non c’è più limite alla decenza politica”

0

VIAREGGIO – “Non facciamo passare una cosa per un’ altra, che almeno stessero zitti per rispetto della verità, per rispetto delle persone, per rispetto di ciò che ci si era detto fino a ieri, per rispetto di quanto era già stato deciso, per rispetto di quanto sapevano già, per rispetto di quelle persone e quei politici, “vecchi e nuovi” di cui erano a conoscenza benissimo della presenza in lista e che erano stati ben accettati e mai messi in discussione”. Il rifermimento, il day after, da parte del candidato sindaco di Forza Italia Alessandro Santini, al “passaggio” di Eugenio Vassalle e la sua lista alla coalizione di Giorgio Del Ghingaro ( leggi anche: Eugenio Vassalle, ex An, appoggia Del Ghingaro: “E’ una …) è palese. “Voglio e pretendo rispetto ed onestà – aggiunge Santini -, voglio che si dica la verità e basta o si taccia per sempre, senza inventarsi inutili e banali frottole politiche del perché da Santini si e’ passati a Del Ghinghero di Capannori.  Non parliamo di valori, per favore. Con questa storia i valori sono morti e sepolti. Ma quale steccato ideologico ? Non ne possono più di chi ha ridotto la città al massacro? Ma fino a ieri Lui voleva candidarsi con me e ora e’ stato illuminato sulla “via di Capannori. La verità sarebbe forse un’altra: altro che “uscire dalle logiche dei partiti e dagli interessi di sempre”. Ma quale “percorso nuovo”?  Questo e’ il più vergognoso modo di fare politica”.
“Un vero e proprio “mercato delle vacche”, siamo in piena “campagna acquisti – spiega Santini attraverso una nota stampa -:”E voi viareggini, prima di votare certi politici, verificate che più che amministratori pubblici non siano “ballerini e mercanti della politica. Poveri noi!”.

No comments

*