Del Ghingaro secondo la senatrice Granaiola: ” Nuova era e frattura netta con il passato”

0

VIAREGGIO – “La partecipazione – caratterizzata dalle sue aperture e dalla sua determinazione – di Giorgio Del Ghingaro alla competizione elettorale viareggina ha messo in discussione (per me positivamente) i vecchi equilibri politici della città. Gli schieramenti storici sono passati in secondo piano e sono balsate prepotentemente alla ribalta le persone, le competenze ed un sempre più serrato confronto sulle cose da fare dando così vita ad un primo importante risultato: quello di un incremento della partecipazione attiva dei cittadini alla campagna elettorale. Un risultato importante e trasversale che coinvolge gran parte della città e che ci fa sperare in un sussulto di responsabilità e di attenzione; fatti essenziali per ricostruire un futuro ed uscire bene dalle difficoltà che ci attanagliano. Finalmente le persone scelgono i programmi e le soluzioni, fanno proposte e si spostano trasversalmente con la piena consapevolezza che questi sono i temi con i quali confrontarsi. Il nodo è come Viareggio possa tornare a produrre ricchezza e lavoro, non altro”. Una riflessione, questa che riportiamo, a firma della senatrice Manuela Granaiola: ” Lungi da me sottovalutare l’importanza dei partiti e dei luoghi storici di confronto e per questo seguo con la massima attenzione che cosa è successo (e sta succedendo) anche nel mio partito – aggiunge la parlamentare -,  non solo a Viareggio ma anche a livello nazionale. E’ evidente che la questione centrale sta tutta nella capacità di comprendere fino in fondo come le cose stiano cambiando e come i vecchi modi o culture dell’agire politico incontrino sempre meno i problemi reali della gente: uomini e donne che vivono quotidianamente la disoccupazione, le incertezze e le difficoltà economiche. Renzi sta cercando (pregi e difetti) di imboccare una strada nuova, ma è difficile perseguirla se poi a livello locale imperano l’autoritarismo o i veti incrociati e se troppo spesso invece del cambiamento regna quel “renzismo” che lo tesso Presidente del Consiglio ha denunciato come malattia inconcludente. La voglia di una nuova era nella vita della città e soprattutto di una frattura netta con il passato, è stata audacemente e ben interpretata da Del Ghingaro e per questo sono convinta che una sua vittoria nelle prossime elezioni amministrative imporrà a tutti una seria riflessione e potrà aiutare anche lo stesso PD a non adagiarsi su presunti “allori” del passato e a rinnovarsi veramente.

No comments

*