Filippo Antonini: “Priorità allo sport”

0

VIAREGGIO – “Appropriate ed allarmanti appaiono le parole del presidente del CGC Alessandro Palagi… e non parlo da candidato a sindaco ma da genitore che usufruisce quotidianamente dei servizi offerti dal Palazzetto dello sport. La futura amministrazione dovrà avere come priorità lo sport cittadino sia come risorsa economica ma soprattutto sociale e culturale”.  Le parole sono quelle del candidato sindaco Filippo Antonini, che aggiunge: ” Immediata deve essere la messa in sicurezza del Palazzetto dello Sport Palabarsacchi, in quanto è una struttura che quotidianamente ospita società sportive, decine di giovani e giovanissimi, genitori e che è un centro vitale dello sport viareggino: hockey, scherma, basket, pugilato, ginnastica artistica etc.  I campi da gioco e le strutture sportive di quartiere e periferici, devono essere messi a norma e potenziati, favorendo il libero accesso alle strutture o comunque alla portata di tutti e a prezzi agevolati. Auspichiamo un percorso di avviamento allo sport nei quartieri, nelle periferie e nelle scuole, attraverso un progetto a lungo termine di massa e capillare, in collaborazione con le società sportive presenti sul territorio, creando un laboratorio pratico e teorico (incontri e conferenze con esperti del mondo dello sport). Lo sport cittadino deve essere valorizzato con un progetto aggregativo, sociale e culturale, oltre che turistico ed economico.  Occorre intraprendere un percorso sportivo cittadino a più livelli, dai bimbi e giovanissimi, creando una vera e propria “cantera” in settori come il calcio e l’hockey, fino all’agonismo e favorire la nascita di polisportive locali, valorizzando inoltre i grandi eventi sportivi come il Meeting Internazionale di atletica leggera, ormai anch’esso perso, il Torneo mondiale di calcio giovanile (Viareggio Cup), le partite di hockey ad alto livello (A1-A2-Coppa Italia e Coppe Internazionali) e calcistico, fino agli altri sport cosiddetti minori quali la scherma, il tennis da tavolo, il basket, il pugilato. Va creato un percorso ginnico cittadino, sia lungo i viali a mare che in periferia, valorizzando i tre sport più praticati in città: podismo, ciclismo e surf, posizionando riferimenti chilometrici di facile lettura lungo la città, strutture per il fittnes a corpo libero e servizi per il surf (docce, fontanelle, spogliatoi ed una discesa dal molo al mare). E’ il momento di dare vita ad un forum sportivo cittadino con lo scopo di favorire il dialogo tra le società sportive viareggine e non solo, favorendo gli scambi di esperienze con altre realtà nazionali ed internazionali; ricreando la buona e vecchia prassi dei gemellaggi sportivi, al fine di un continuo scambio di solidarietà tra i popoli. Al riguardo verranno utilizzate strutture comunali e scolastiche in periodi estivi o di vacanza, partecipando noi stessi a questi scambi recandoci presso altre città o Paesi europei, con delegazioni cittadine e gruppi di giovani sportivi. Vanno risolte le problematiche strutturali e gestionali della Piscina Comunale, del Palazzetto e dello Stadio Torquato Bresciani, senza ulteriori interventi di natura commerciale e speculativi; aprendo un dialogo aperto e sincero con chi lavora al loro interno e con le società sportive che gestiscono o utilizzano gli impianti, oltre che favorendo un maggiore coinvolgimento degli utenti quali gli atleti ed i genitori. Valorizzare l’area Palazzetto, Piscina, Stadio ma anche coinvolgere tutta la città nello sport affinché l’attività sportiva diventi una risorsa non solo economica ma anche aggregativa, sociale e di benessere psicofisico per la collettività. Riappropriamoci dello sport, quale futuro per i nostri ragazzi e mobilitiamoci contro la chiusura del Palabarsacchi prevista per metà maggio”.

“Fin da quando ero bambino – spiega il candidato sindaco della Sinistra  in merito al nuoto –  sentivo parlare della necessità di una piscina da 50 metri e penso che Viareggio se la meriterebbe, con la sua lunga tradizione di mare e di sport acquatici. Purtroppo oggi dobbiamo difendere con le unghie e con i denti la nostra cara “vecchia” piscina da 25 metri, per far sì che le società sportive e decine di famiglie non siano costrette ad emigrare in altre strutture limitrofe e numerosi lavoratori non perdano il proprio posto di lavoro. L’ultimo contratto di gestione, concesso al C.A.S.A, Comitato Associativo Sport Acquatici di cui fanno parte tutte le società e gli enti sportivi che svolgono attività in piscina, è scaduto il 5 novembre 2014 e da quel momento, nonostante le molteplici richieste di incontri, nessuno si è più fatto vivo, né il Commissario né la Viareggio Patrimonio. L’unica soluzione possibile per tutelare i lavoratori e i servizi alla cittadinanza, in particolare i servizi sociali (scuole, disabili e anziani) è l’affido diretto al C.A.S.A. della gestione della struttura, quale comitato rappresentativo delle società sportive acquatiche cittadine. La piscina di Viareggio quale bene comune della collettività né si chiude né si svende”.

Nell’esprimere la sua solidarietà alla preside dell’Istituto Comprensivo di Torre del Lago, e ai genitori che in lotta per la sua difesa, il candidato sindaco Filippo Antonini sostenuto da Repubblica Viareggina, Sel e il circolo Caprili di Rifondazione Comunista, informa che stasera alle 19 (8 aprile) sarà al circolo Cro Darsene per un aperitivo di socialità e autofinanziamento. Domattina (9 aprile) parteciperà alla conferenza stampa convocata dal presidente del Cgc Alessandro Palagi per scongiurare la chiusura del Palazzetto dello Sport. Subito dopo parteciperà all’incontro convocato dal commissario del Comune Valerio M. Romeo sulla situazione della Viareggio Porto. Sabato 11 alle 17, inaugurazione della sede del Comitato elettorale, in via Cavallotti 64, nei locali dell’ex libreria Fahrenheit 451. Sarà l’occasione per riunire tutti i sostenitori e per incontrare la stampa che fin d’ora è invitata ad intervenire.

No comments

*