Forassiepi: “Al posto dell’inceneritore un centro di educazione ambientale”

0

PIETRASANTA –  “Noi abbiamo le idee chiare sul Pollino. Vi potete fidare invece di chi non ha votato l’assegnazione della cittadinanza onoraria dopo tutto quello che avete sopportato?. Sul futuro del Pollino non si scherza” – Rossano Forassiepi, candidato sindaco del centro-sinistra, ha le idee chiare – dopo la bonifica dell’area dell’ex-inceneritore realizzeremo un centro di educazione ambientale, un luogo dove progettare il futuro a partire proprio dal rispetto per l’ambiente”. Forassiepi è in piena sintonia con le richieste di comitati e cittadini di considerare l’area un “luogo della memoria”, un monito perché quello che è successo serva a segnare scelte e strategie di domani: “Mai più la riapertura, almeno finché governeremo noi, di fronte abbiamo invece una coalizione che al voto per la cittadinanza onoraria ai cittadini del Pollino è uscita dall’aula con un comportamento a dir poco inspiegabile – attacca Forassiepi – cosa ci si possa aspettare da Mallegni e dai suoi davvero non lo so”. In molti al Pollino hanno scelto al primo turno Mallegni, sindaco durante il cui mandato l’inceneritore è stato costruito e non chi rappresenta un’amministrazione che, a fianco dei cittadini, si è costituita parte civile al processo. “Spero che invece, proprio sul futuro del Pollino si possa ragionare in vista del ballottaggio – conclude Forassiepi – abbiamo in questi ultimi anni fatto molti interventi, penso alla via Pontenuovo, allargata e risistemata, la pubblica illuminazione, le previsioni del Regolamento urbanistico a favore di una crescita regolare dell’edificato, gli interventi di messa in sicurezza idraulica del Baccatoio, lo sgombero CIVILE dei ROM dall’area ex Pio Campana, l’estensione della raccolta differenziata. Si poteva fare meglio, soprattutto in termini di taglio dell’erba e ordinaria manutenzione, ma al Pollino, dove vivo e sono nato, tengo molto e di me la mia gente può fidarsi”.

No comments

*