Franco Giorgetti si “confessa” a Tgregione.it: ” Mi candido per realizzare quello che i cittadini vogliono”

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Franco Giorgetti, 65 anni fra pochi mesi, professore di scienze motorie in pensione, candidato  a sindaco per la lista civica Insieme per la nostra città, formata da una coalizione  che raggruppa il Psi, Io Cambio, Partito Pensionati, Laici Riformisti, Per Un Futuro Possibile  ( lista con la quale si era presentato nelle precedenti amministrative), ha accettato di sottoporsi all'”interrogatorio” di Tgregione.it

Quali sono i punti forti della sua campagna elettorale? I punti del mio programma sono vincolati al rilancio della città ad una rigida politica di risanamento del Bilancio Comunale debellando gli sprechi di denaro e non gravando ulteriormente di imposte i nostri concittadini

Uno dei problemi più sentiti in città è quello della sicurezza: come intende risolverlo?
Il numero vertiginoso di furti, rapine e scippi hanno creato nei cittadini e turisti insicurezza e impossibilità di vivere la città. C’è bisogno di una riorganizzazione del corpo della polizia municipale, perché è ora che tornino a vigilare sulle strade ed escano dagli uffici. Ricreare i presidi della polizia municipale nelle sedi delle circoscrizioni (Marco Polo, Migliarina-Terminetto e Campo d’Aviazione), aumentare l’ illuminazione in certe strade e piazze. Migliorare il coordinamento tra le forze dell’ordine, ripulire le pinete che vanno portate allo status di giardini da vivere, anche attraverso iniziative per eventi e aggregazione. Smantellare il campo rom di Torre del Lago.

Sicuramente un outsider in questa corsa elettorale. Si era già presentato alle elezioni del 2013 perché questo ritorno nell’agone politico?  Non sono in corsa per una poltrona, ma per realizzare quello che i cittadini vogliono , noi siamo accanto ai più deboli a coloro che quando si svegliano la mattina pregano perché non arrivi una cartella di equitalia.
Il motivo per cui mi ricandido
a) perché ho molto tempo da dedicare alla mia città
b) perché gran parte di quello che precedentemente avevo evidenziato è ancora attuale e poco e niente è stato risolto.
c) perché ritengo che chi venga eletto Sindaco debba essere un cittadino al di sopra delle parti per poter governare indipendentemente per il bene della nostra città.
Non sono un politico, ma un comune cittadino che vi dice che c’è bisogno di un nuovo spirito di comunità.
Mi presento questa volta con una forte coalizione, i cui movimenti politici mi hanno chiesto di rappresentarli perché credono nella mia persona e nello spirito con cui affronto questa campagna,uno spirito di vero rinnovamento e di cittadino che insieme ai suoi concittadini vuole risolvere i problemi della sua città. Siamo pronti a governare il nostro Comune  con amore con entusiasmo con passione e con trasparenza

Con il sociale come ha intenzione di rapportarsi? Sono consapevole della complessità della materia pertanto rilevo la necessità di una collaborazione quotidiana e continua fra l’Amministrazione pubblica e le Associazioni di
volontariato, per consentire lo sviluppo e la realizzazione di opere necessarie per una migliore gestione delle necessità, legate al mondo dei diversamente abili, degli anziani , dei meno abbienti, dei disagiati e dei giovani. Politico si, ma anche sportivo La nostra città si presenta in maniera veramente eccezionale per essere sfruttata dal turismo sportivo vedi clima, caratteristiche ambientali. Sappiamo benissimo che lo sport svolge da sempre un’ importante funzione sociale ed è per questo che deve essere sostenuto sia dal punto di vista economico che logistico
L’impegno è di migliorare le strutture già esistenti e realizzarne di nuove da utilizzare per tutte le discipline sportive che si praticano nel nostro territorio.  Dovranno essere recuperate le iniziative sportive svoltesi negli anni addietro richiamando il pubblico delle grandi occasioni, pronto a trascorrere più giorni nella nostra città. Sarà nostro dovere organizzare durante tutto l’anno manifestazioni giovanili a livello nazionale ed europeo inserite in un circuito.
Importante sarà la continuazione di quelle manifestazioni già esistenti, alle quali daremo una maggiore risonanza.
Ho realizzato un progetto che mi sta a cuore particolarmente, “ Viareggio città dello sport ”

Turismo e cultura. Come si rilancia l’immagine di Viareggio? È mia intenzione creare di nuovo l’ufficio di Promozione Turistica, con l’istituzione della figura del Tourist Promoter che diffonda nelle sedi opportune di tutto il mondo il nostro turismo e l’accoglienza del nostro territorio. Cercherò di riportare il Turismo Congressuale
La promozione di pacchetti offerte specialmente nei mesi che vanno da ottobre a fine aprile da parte degli addetti ai lavori  Un Turismo che deve essere fatto tutto l’anno  Per la cultura bisogna tener presente che disponiamo di un patrimonio artistico-culturale non indifferente che va valorizzato maggiormente.  Villa Borbone, dovrà diventare la sede di rappresentanza del Comune nonché ospitare tutti quegli eventi che hanno come centro aggregante la cultura.
Dovranno essere maggiormente reclamizzati ed attivati i musei e le mostre, con particolare attenzione alle ricchezze culturali ed artistiche della nostra città. Villa Argentina al momento è un bene della provincia , sarebbe bene che il comune ne acquisisse la proprietà visto la mancanza di luoghi per la diffusione di manifestazioni di alto spessore culturale. Il festival Pucciniano dovrà essere gestito da un direttore artistico presente e competente, che riesca a migliorare l’immagine della manifestazione., e dovrà vivere tutto l’anno impegnando i locali del teatro anche per altre manifestazioni, come un Festival giovanile lirico. Il Carnevale è una tradizione, e come tale va rispettata e valorizzata partendo da questo concetto, deve mantenere il suo periodo, arricchendolo con altri eventi.  La Cittadella deve essere sempre aperta e sfruttata al meglio proponendo varie iniziative, come spettacoli e feste, in maniera da rendere vivo l’ambiente carnevalesco per tutti i 12 mesi dell’anno. La biblioteca comunale sarà potenziata, e saranno promosse tutte quelle attività che avvicinino i bambini e i giovani alla lettura.  Daremo importanza agli eventi turistici culturali giovanili di divertimento.

No comments

*