“Giusto rivedere l’assetto della Patrimonio, ma perché queste accelerazioni a meno di due mesi dal voto?”

0
VIAREGGIO – “L’idea di rivedere l’assetto della Patrimonio è giusta; quello che mi convince meno è la tempistica di tutti questi interventi sulle società partecipate, a meno di due mesi dalle elezioni”: così Alessandro Santini, candidato a sindaco di Viareggio di Forza Italia, sulla forte accelerazione impressa dal commissario prefettizio Valerio Massimo Romeo alle questioni di Patrimonio Srl e Porto Spa.
“Al netto degli atti obbligatori, che il commissario deve eseguire per non pregiudicare ulteriormente la situazione – spiega Santini – credo che certi passi dovrebbero essere lasciati a chi dovrà sanare i conti del Comune, quindi al futuro sindaco eletto dai cittadini. Che già non potrà fare molto, a causa del dissesto finanziario e di tutto ciò che questo status comporta; ma che, in questo modo, vede ulteriormente svilire il proprio raggio d’azione”.
Per la Patrimonio, costruita dall’ex sindaco di centro sinistra Marco Marcucci, Santini concorda sulla necessità di riorganizzarne i servizi “per utilizzare al meglio le professionalità che vi operano”. Ma, così come per la trattativa in corso sulla Porto Spa, “credo che iniziative potenzialmente condizionanti per la futura amministrazione – conclude – non dovrebbero essere prese in tempi così stretti e quando mancano poco più di 40 giorni al voto”.

No comments

*