“Il quartiere Ex Campo d’Aviazione non deve diventare un quartiere dormitorio”

0

VIAREGGIO – “Per l’Ex Campo d’Aviazione, quest’ultimo è stato un inverno di importanti rinunce”

La nota stampa che pubblichiamo integralmente è a firma del candidato del Movimento 5 stelle, Giulio Zanni:

“Anche questo quartiere, infatti, ha dovuto subire notevoli disservizi legati soprattutto ai tagli dovuti alla situazione finanziaria del comune.

Si pensi alla situazione della chiusura dei servizi svolti alla Tinaia con le sale attigue, soluzione ideale che consentiva a numerose famiglie di poter usufruire di spazi per organizzare i compleanni dei propri figli a prezzi economici.

Inoltre abbiamo visto la chiusura degli uffici della Circoscrizione in via Parri, malgrado gli abitanti si siano mobilitati anche con una raccolta firme.

Operazione che non ha creato alcun risparmio per le casse comunali, visto che le utenze e le spese condominiali risultano ancora a carico dell’amministrazione, ma causando notevoli difficoltà sopratutto agli anziani.

L’unica concessione avuta dagli amministratori è stata la disponibilità del comune a lasciare aperta alla cittadinanza la sala principale utilizzata dalle associazioni locali per assemblee e riunioni.

Il MoVimento 5 Stelle Viareggio pensa che anche in periodo di ristrettezze economiche si possa fare di più per le nostre periferie.

Per mantenere un presidio territoriale è indispensabile costituire i Comitati di Quartiere, un organismo autonomo nei confronti dei partiti, fondato sulla disponibilità dei cittadini che si adoperano in funzione volontaria, al fine di rendere responsabile la cittadinanza delle scelte amministrative e sociali che riguardano la comunità e di farsi interprete e promotore degli interessi dei cittadini del quartiere.

In questi comitati i cittadini possono affrontare numerosi temi legati alla programmazione delle opere pubbliche, dei piani territoriali, della viabilità, del decoro e della sicurezza.

Ricordiamo che l’Ex Campo D’Aviazione recentemente ha rischiato di avere sul proprio territorio un impianto di telefonia che doveva sorgere in via Filzi, proprio in piena zona residenziale.

Il M5S, nelle osservazioni che nel 2013 presentò per questo piano, espresse già la contrarietà all’intervento, in base al principio di precauzione e per tutelare la salute dei cittadini.

Altra questione riguarda il decoro delle aree verdi e in particolare la riqualificazione di piazza Del Paesetto.

Quest’ultima doveva essere stravolta dalla realizzazione di una rotonda, alla quale i cittadini si sono opposti, consentendo di salvare gli storici lecci e la preziosa edicola votiva.

Sicuramente i soldi che sarebbero serviti per questa realizzazione viaria potrebbero essere investiti nella riqualificazione della piazza e nella messa in sicurezza dell’accesso viario in via Dei Lecci.

Il cuore di Viareggio è anche nelle sue periferie, non solo in centro.

No comments

*