La Circoscrizione di Torre del Lago? Fa acqua da tutte le parti. Antonini: “Scriverò a Romeo”

0

VIAREGGIO – Secchi in mezzo al corridoio, l’ascensore rotto dal 2013, la sala riunioni esterna piena di muffa: gli edifici della circoscrizione di Torre del Lago si trovano in uno stato di degrado assoluto. Nei servizi igienici si trovano macchie di muffa sul soffitto e gocce di pioggia cadono copiose nella sala che era del Consiglio di Circoscrizione, rovinando le poltroncine. E c’è da temere anche per la sicurezza, dato che l’acqua cola in corrispondenza delle plafoniere della luce. L’ascensore, recita un cartello, è guasto dal mese di agosto del 2013 e quindi gli anziani e i disabili non possono accedere al piano superiore, dove ci sono anche gli uffici. La grande sala esterna, che viene affittata per le riunioni – anche recentemente per la campagna elettorale di altri candidati – è in condizioni ancora peggiori: la pioggia entra abbondante e il pavimento è pieno di pozze, briciole di intonaco si posano sulle seggioline e le pareti sono piene di muffa. Addirittura i muri sono verdi (forse perché c’è nata la borraccina?) e ci sono ragnatele e chiazze vistose dappertutto.

“Queste sono le condizioni in cui versa il nostro patrimonio immobiliare pubblico! – commenta il candidato sindaco di sinistra, avvocato Filippo Antonini -: ” Edifici costruiti e ristrutturati con i soldi dei cittadini, ora sono lasciati andare in malora, nell’indifferenza generale. Ieri sera abbiamo svolto in quei locali un interessante incontro su Ambiene Bene Comune e la cittadinanza che ha partecipato ha dovuto schivare i secchi e le gocce che cadevano dai soffitti. E’ dignitoso tutto questo? Ricordo di aver partecipato, solo pochi anni fa, ad alcuni Consigli di Circoscrizione in quei locali, molto affollati, con cittadini e vari esponenti politici. Poi, per risparmiare è stato detto, i Consigli sono stati aboliti, ma questo in definitiva ha portato la diminuzione della partecipazione democratica dei cittadini. Ed è tanto più vero questo, in presenza di frazioni così particolari come Torre del Lago, che ha una forte peculiarità. Quindi non è colpa solo del dissesto economico di Viareggio se strutture pubbliche come le Circoscrizioni sono chiuse e abbandonate ma noi, come cittadini, non possiamo lasciare che spazi pubblici vadano in rovina perché nessuno può fare manutenzione. Cosa aspettiamo, che cadano a pezzi? Ed è possibile far lavorare i dipendenti comunali che ancora si trovano nella sede di viale Marconi in quelle condizioni? Il nostro patrimonio pubblico va tutelato, sotto ogni aspetto, e fa male anche vedere che strutture come asili, scuole e società sportive vengono prese di mira dai ladri, che violano quanto di più positivo rimane nella nostra società. Anche per questo e per arginare questi fenomeni, dobbiamo “presidiare” i beni pubblici per non lasciare che l’incuria se li porti via. Sullo stato di degrado in cui versano gli edifici di Torre del Lago e sulla destinazione di tutte le Circoscrizioni della città, scriverò una lettera al Commissario Romeo per segnalargli la situazione e per avere delle risposte sotto i profili della salubrità e della sicurezza di quegli immobili”.

 

No comments

*