“La Democrazia non è un capro espiatorio”

0

VIAREGGIO – “Quando si usa la parola democrazia, bisogna prima “sciacquarsi” la bocca. Mi riferisco alla Lega Nord tutta e a tutti quei qualunquisti che, in nome della libertà di parola, hanno completamente dimenticato da dove viene la Costituzione e su quali principi si è costituita”. La nota stampa che pubblichiamo integralmente è a firma del candidato al consiglio comunale Michelangelo Di Beo, della coalizione di Filippo Antonini: ” Purtroppo la parola democrazia viene spesso usata come capro espiatorio per gli interessi personali, le ascese al potere, per la globalizzazione e per giustificare pericolose parabole razziste e xenofobe come quelle della politica leghista. Attenzione, la democrazia non è la libertà nel distruggere i diritti umani, se questo avvenisse, il mio essere democratico sarà quello della resistenza in difesa di chi ha la parola ammutolita dall’oppressione della crisi e delle politiche neo-liberiste.

  • Secondo voi è democrazia avere un Governo non eletto dal popolo, che approva leggi distruttive per lo stato sociale del paese ?
  • Secondo voi è democrazia buttare famiglie con minori in mezzo ad una strada ?
  • Secondo voi è democrazia che il 43% dei giovani siano disoccupati,  licenziare un lavoratore senza giusta causa e non permettere che venga riassunto  ?
  • Secondo voi è democrazia che si smantelli la scuola e la sanità pubblica per potenziare le strutture private con i soldi pubblici?
  • Secondo voi è democrazia promuovere ad alte cariche persone che sono condannate per falso in bilancio, per bancarotta fraudolenta, per associazione in concorso mafioso, per violenze e torture nelle carceri, per crimini di stato, per stragi terroristiche, per essere implicati di stragi come quella di Viareggio, della Moby Prince o dell’Amianto ecc…. ?
  • Secondo voi è democrazia rubare soldi pubblici per i finanziamenti ai partiti (70 milioni Lega Nord),  per sostenere lauree in Albania al figlio del dirigente di partito, per comprare diamanti,  per pagare 120.000 euro al mese più 8000 poliziotti, per proteggere i comizi di Salvini. Lo stesso Salvini che prende lo stipendio da Europarlamentare e non è mai all’Europarlamento ma sempre in televisione e nelle piazze a fare campagna elettorale ?
  • Secondo voi è democrazia sperare che” muoiano più migranti possibili sui barconi, che i napoletani brucino sotto i fuochi dell’Etna, che i ROM vengano sterminati dalla faccia della terra (bambini compresi), che omosessuali e lesbiche debbano essere curati secondo i canoni di giudizio di un partito” ?
  • Secondo voi è democrazia fare proclami all’odio raziale, alla xenofobia, fomentando guerre fra poveri e concimando ignoranza e qualunquismo nei tessuti più disagiati, offendendo, istigando all’odio,  solo per accaparrarsi qualche voto ?
  • Secondo voi è democrazia dire a tutta Italia che i campi ROM sono da radere al suolo con le ruspe, quando la Lega Nord ha finanziato 32 milioni di soldi pubblici per la sostenibilità dei campi ROM ?

Se tutto questo per voi è democrazia, la mia invece trova giusto essere sceso in piazza a contestare Salvini, perché far parlare un razzista è rimanere indifferenti ai valori espressi nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Riguardo a Baldini che crede legittimo che i candidati scesi in piazza contro Salvini debbano ritirare la loro candidatura, dico che finalmente si vede la politica coerente, fatta da  persone che non snaturano la propria idea politica e i propri metodi, nonostante abbiano intrapreso un percorso elettorale come candidati, se così non fosse, sarebbe il primo passo verso l’incoerenza che la politica italiana coltiva da decenni”

No comments

*